Derby spettacolo tra Posillipo e Rari Nantes

La sfida tutta campana termina 11 a 11 dopo una girandola di emozioni

derby spettacolo tra posillipo e rari nantes
Salerno.  

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, nel pomeriggio di sabato, si presenta alla Piscina Scandone di Napoli per affrontare il Posillipo, scortata da un centinaio di tifosi e fa una grande prestazione. Alla fine finisce 11-11.

Partita avvincente con continui capovolgimenti di fronte. Peccato che la coppia arbitrale non abbia saputo gestire un incontro giocato alla pari dalle due squadre. Certamente l’espulsione definitiva di Lanfranco per il Posillipo, e soprattutto di Elez per la Rari, ha penalizzato non poco il gioco della Nantes, ma i leoni giallorossi sono riusciti a rimanere concentrati ed a condurre per lunghi tratti la partita.

Rimane il rammarico per aver perso l’opportunità di fare bottino pieno, ma anche la consapevolezza che negli ultimi minuti paradossalmente si poteva anche perdere l’incontro, se non si fosse riusciti a chiudere la controfuga del Posillipo grazie ad un gran recupero da parte di Gallozzi. Non saranno dunque rimasti delusi i circa trecento spettatori che hanno assistito a questa gara importante ai fini della lotta salvezza, e che restituisce alla Rari la consapevolezza della propria forza.

In acqua la gara è stata sostanzialmente corretta, maschia e combattuta, ma corretta, nonostante le espulsioni e i tanti e troppi falli fischiati dagli arbitri. Sugli scudi per il Posillipo Gianpiero di Martire, autore di 5 gol e il portiere Negri, sono loro che hanno tenuto a galla i napoletani. Nel primo quarto la Rari impiega un po’ a carburare e termina 4-3 per i padroni di casa. In rete per i giallorossi Tomasic, Parrilli e Luongo. Risultato capovolto nella seconda frazione, 3-4 con i gol di Sanges, Elez e doppio Pica. Gli ultimi due quarti si chiudono in parità: 1-1 (in gol Gallozzi) e 3-3 (doppietta di Luongo e Tomasic).

“Abbiamo giocato con personalità, è stata una gara molto fisica. Nella prima parte gli abbiamo concesso qualche gol per delle disattenzioni e nel finale potevamo fare meglio in superiorità, ma va bene cosi, continueremo a lavorare in settimana per migliorarci” il commento a caldo di mister Matteo Citro.

Festeggia così con una impresa sfiorata il suo compleanno il presidente giallorosso Enrico Gallozzi: “Innanzitutto sono molto contento del seguito che abbiamo avuto. Penso che portare in trasferta un centinaio di tifosi sia per il mondo della pallanuoto già un grande risultato. Abbiamo sfiorato una impresa e siamo rammaricati per alcune decisioni arbitrali che ci hanno molto penalizzato. Torniamo comunque contenti e consapevoli che siamo sulla buona strada. Il campionato è appena agli inizi, ma noi siamo riusciti a dare il segnale giusto. La Rari e tutto il suo movimento ci sta e merita la massima serie”.

L’appuntamento è per sabato prossimo alla piscina Simone Vitale alle ore 18, quando i giallorossi ospiteranno i liguri del Quinto Genova, altra gara importante in chiave salvezza.

 

 POSILLIPO-CAMPOLONGO HOSPITAL SALERNO 11-11

CN POSILLIPO: Spinelli, Iodice, G. Di Martire 5, Picca, Mattiello 1, Silvestri, J. Parrella 1, Lanfranco 1, M. Di Martire 1, Scalzone, Marziali 1, Saccoia 1, Negri. All. Brancaccio

CAMPOLONGO HOSPITAL SALERNO: Santini, Luongo 3, Gandini, Sanges 1, Scotti Galletta, Gallozzi 1, Tomasic 2, Cuccovillo, Elez 1, Parrilli 1, Fortunato, Pica 2, Taurisano. All. Citro

Arbitri: L. bianco e Savarese

Note 

Parziali: 4-3 3-4 1-1 3-3 Usciti per limite di falli Scotti Galletta (S), Mattiello (P), Silvestri (P), Parrilli (S) e Picca (P) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Posillipo 4/17 + 2 rigori e Salerno 6/18 + un rigore Espulsi Lanfranco (P) ed Elez (S) per proteste nel secondo tempo. Spettatori 300 circa