Rari Nantes, Elez allo scadere regala la vittoria

Battuto Palermo 12 a 11 quando il match sembrava destinato a finire in parità

rari nantes elez allo scadere regala la vittoria
Salerno.  

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, sabato pomeriggio alla piscina Vitale, vince una gara di fondamentale importanza nella corsa alla salvezza, battendo la Telimar Palermo per 12-11, grazie a un gol all’ultimo respiro del croato Elez. Per l’occasione la piscina di via Torrione era stracolma, e tutti chiedevano a Citro e ai suoi ragazzi la prima vittoria interna, per di più contro una diretta concorrente nella lotta per non retrocedere.

La Telimar si è presentata alla Vitale con un solo punto in classifica, pur potendo contare su una rosa di tutto rispetto, e con la voglia di cogliere la prima vittoria del torneo. Particolarmente voglioso tra le fila sicule, il salernitano Del Basso, che si è giustamente dannato l’anima in vasca, tornandosene però in Sicilia, assieme ai compagni, a mani vuote. Gara tiratissima e corretta in vasca, l’approccio delle due squadre è di quelli tosti, tutti consapevoli dell’importanza della posta in palio. Protagonista assoluto dei primi due quarti nelle fila della Rari è il bomber Michele Luongo, autore di ben cinque reti, tutte realizzate appunto nelle prime due frazioni, ed è grazie a lui che i giallorossi restano attaccati alla Telimar. 1-2 e 3-3 i primi due parziali. Per i siciliani sugli scudi gli stranieri Saric e Zammit. Nel terzo tempo la Telimar riesce ad arginare Luongo, e allora ci pensano Gandini ed Elez a chiudere sul 2-1 per i giallorossi. L’ultimo quarto comincia in perfetta parità; il pubblico della Vitale spinge i suoi beniamini; la tensione è alle stelle e i cuori battono a mille. Vanno fuori per limite di falli sia Scotti Galletta che Sanges, i due marcatori giallorossi, lasciando al giovane Fortunato il compito di arginare il forte centro boa Lo Cascio. Questa è la frazione di Cuccovillo, che ne infila ben tre di gol, supportato anche da un grande gol di Tomasic.

Si è in perfetta parità fino a pochi secondi dalla fine, 11-11 e sembra davvero finita. La palla è del Palermo che va al tiro; para Santini; riparte la Rari, ma manca pochissimo; palla a Elez, che quasi da centrocampo lascia partire un missile che si infila nel sette alle spalle del portiere Washburn. Esplode di gioia la Vitale e cala la disperazione su Del Basso e compagni, che restano inchiodati a 1 punto in classifica, mentre la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno sale a 8 punti.

“È stata una partita molto intensa, sia sul nuoto che per aggressività. Abbiamo retto mentalmente fino alla fine, poi Elez ha trovato la prodezza della vittoria” il commento a caldissimi di mister Matteo Citro. Sabato 23 novembre i giallorossi saranno impegnati a Siracusa contro la sorprendente Ortigia di Stefano Tempesti. Gara proibitiva, ma di certo stimolante.

CAMPOLONGO HOSPITAL SALERNO-TELIMAR 12-11

CAMPOLONGO HOSPITAL SALERNO: Santini, M. Luongo 5, Gandini 1, Sanges, Scotti Galletta, Gallozzi, Tomasic 1, Cuccovillo 3, Elez 2, Parrilli, Fortunato, Pica, Taurisano. All. Citro

TELIMAR: Washburn, Del Basso 1, G. Galioto, Di Patti, D. Occhione, Zammit 3, Giliberti, Saric 2, Lo Cascio 3, Maddaluno 1, D. Draskovic 1, Migliaccio, Sansone. All. Quartuccio

Note: Parziali: 2-3 3-3 2-1 5-4 Usciti per limiti di falli Sanges (S) e Scotti Galletta (S) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Salerno 3/10 + 2 rigori e Telimar 6/14.