Salernitana-Empoli 2-4, Colantuono: «Ripartiamo dalla prova del secondo tempo»

L'allenatore: "Non era facile con questa emergenza, il gol a freddo ci ha condizionati"

salernitana empoli 2 4 colantuono ripartiamo dalla prova del secondo tempo
Salerno.  

Il suo ritorno in serie A lo immaginava diverso. Ma contro l'Empoli, Stefano Colantuono ha dovuto fare i conti con una Salernitana incappata in un sabato da dimenticare. «Eravamo in grandissima emergenza», ha ammesso il tecnico ai microfoni di Dazn. «Non abbiamo terzini di ruolo ed è per questo che siamo dovuti tornare alla difesa a tre. Dopo 12 minuti abbiamo preso tre gol e riprenderla era difficile, a livello di morale, a livello di testa. Rimettere i cocci insieme era difficile. Poi nel secondo tempo la squadra ha reagito ed ha disputato una buona partita. Oggi mancavano tanti giocatori ma quando le scelte vengono meno ne risentono tutte le scelte. All'intervallo ho detto ai ragazzi di far finta che la partita iniziava in quel momento. Noi siamo andati sotto dopo un minuto, era una partita che ci doveva rilanciare. Le gambe vanno se la testa è giusta e invece la testa ci ha abbandonato. Al di là dell’aspetto tattico che comunque è un po’ vincolato. Si deve ricominciare dalla prova espressa nella ripresa. Ribery è di un’altra categoria, può giocare come vuole. Ha fatto una partita importantissima, da grande giocatore quale lui è».