"Il Commissario Mascherpa ad Ariano Irpino"/VIDEO E FOTO

Studenti a lezione di legalità

il commissario mascherpa ad ariano irpino video e foto

Iniziativa in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Universita` e della Ricerca...

Ariano Irpino.  

 

di Gianni Vigoroso

“Pretendiamo legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa”. Il progetto nazionale della Polizia di Stato approda anche in Irpinia. Alunni ed insegnanti impegnati in un affascinante percorso formativo. Dopo Vallata è stata la volta di Ariano nei due Istituti Calvario Plesso Pasteni e Mancini

I piccoli studenti sono stati i protagonisti di un interessante percorso sulla legalità, promosso dalla Polizia di Stato. Stamane l’incontro con il Vice Questore Maria Felicia Salerno, dirigente del Commissario di Polizia di Ariano Irpino, il Commissario Capo Michele Lauritano e il personale della Polizia scientifica ed amministrativa.

Iniziativa in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Universita` e della Ricerca,  che ha elaborato per l’anno scolastico 2017/2018 il progetto dal titolo: “PretenDiamo legalita`, a scuola con il Commissario Mascherpa”, finalizzato alla promozione della cultura della legalita`.

Gli alunni saranno invitati a fare una riflessione sulla necessita` di superare ogni chiusura e isolamento per una rinnovata capacita` di impegno civile.

Il progetto:

Tenuto conto che le istituzioni e la scuola, dove avviene il passaggio di consegne tra le generazioni, hanno il compito prioritario di formare cittadini consapevoli, gli incontri mireranno ad accrescere il senso civico nei giovani e far comprendere come solo il rispetto delle regole e delle leggi permetta di esercitare la libertà individuale.

Al fine di trasmettere questi valori in maniera più incisiva, “Poliziamoderna”, mensile ufficiale della Polizia di Stato, collaborerà  al progetto con il Commissario Mascherpa, protagonista del fumetto a episodi edito in esclusiva dalla rivista, a “fare gli straordinari” in qualità di testimonial dell’iniziativa e fonte d’ispirazione per gli elaborati degli studenti.

Poliziotto per vocazione, il Vice Questore Giovanni Mascherpa, per tutti il Commissario, ha scelto questo lavoro per seguire le orme dello zio, ucciso in un conflitto a fuoco con alcuni “uomini d’onore”, durante la guerra di ‘ndrangheta degli anni ’80. Nelle indagini, a capo del suo commissariato di Diamante, in Calabria, segue sempre il suo istinto per risolvere le situazioni più complicate ed è pronto all’azione e disponibile a sacrificare ogni cosa per raggiungere l’obiettivo

Per trovare i colpevoli i bambini si improvviseranno “detectiv” e attraverso, l’arte dei fumetti aiuteranno Mascherpa a trovare i malviventi e ad assicurarli alla giustizia.

Gli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado (dal primo al quinto anno), svilupperanno il sottotitolo “Il futuro è nella Memoria: come riconquistare spazi di legalità collettiva”. “Imparare dal passato per costruire il futuro” per favorire, attraverso la memoria, la costruzione di una coscienza civile contro ogni forma di sopruso e di illegalità, al fine di valorizzare nella vita quotidiana le regole della convivenza, il rispetto della legalità ed il corretto rapporto con le Istituzioni.

La legalità non è un valore assoluto, ma è l’anello di congiunzione tra il senso di responsabilità personale e la giustizia sociale: l’io che si supera per diventare noi, ed è proprio in questo superamento che si condivide la legalità, come accettazione di regole e di norme in funzione di una reale reciprocità nelle esperienze di vita e nei rapporti interpersonali.