Il ciclone colpisce anche la Campania, allarme frane

Il picco del maltempo lunedì pomeriggio. Colpita quasi tutta l'Italia, Campania compresa

il ciclone colpisce anche la campania allarme frane

In alcune regioni previsti in poche ore fino a 400 millimetri di pioggia e violente mareggiate

Un ciclone sta attraversando l'Italia, provocando nubifragi e vento forte un po' ovunque. Bersagliato soprattutto il Nord Est e la Liguria, ma le violente precipitazioni non risparmiano neppure il Sud, in particolare la Campania. C'è allarme soprattutto per la fragilità idrogeologica del nostro territorio, si temono – ma è una costante – frane, allagamenti e smottamenti.

Particolarmente complessa la situazione a partire da questo pomeriggio. Preoccupa la situazione nelle zone tirreniche. A Napoli in particolare, ma anche a Firenze, Roma e Genova. Tempo molto instabile anche nel resto della Penisola. Sulle Alpi, ma a quote elevate (sopra i 2mila metri), sono previste abbondanti nevicate.

Le regioni più esposte, oltre a Trentino e Friuli Venezia Giulia, saranno la Campania, il Lazio, l'Umbria, la Toscana, la Liguria e il Piemonte. E' proprio in queste zone che si deve fare particolarmente attenzione a frane e allagamenti. In alcune regioni sono previste precipitazioni fino a 400 millimetri, si tratta di piogge che dovrebbero cadere complessivamente in tre mesi e vengono invece giù in pochi giorni, a volte anche in poche ore.

Il ciclone è alimentato da venti di Libeccio e Scirocco (anche per questo le temperature si mantengono abbastanza miti). I mari sono molto mossi. Si attendono mareggiate molto violente con onde – al largo – alte fino a 6, 7 metri.

Domani, martedì, ci saranno residui rovesci e un calo delle temperature. Poi una breve tregua prima di una ripresa del maltempo che caratterizzerà i primi di novembre. Anche se le piogge non dovrebbero essere consistenti come quelle di questi giorni.