Regione Campania, assunzioni per 10mila posti: il Concorso

A maggio il bando e a giugno le prove delle selezioni nei comuni e altri enti

regione campania assunzioni per 10mila posti il concorso

"Tra i prossimi mega concorsi pubblici vi sono i prossimi concorsi della Regione Campania. La Regione Campania infatti, ha presentato un piano per il lavoro nel settore pubblico. Il progetto prevede, nell’arco di due anni, l’immissione negli enti locali della Campania di circa 10mila unità lavorative a tempo indeterminato attraverso un apposito percorso di reclutamento e formazione". Ecco l'avviso pubblicato anche sulla pagina social ufficiale di Palazzo Santa Lucia.

A maggio il bando è a giugno le prove delle selezioni nei Comuni e altri enti pubblici per assunzioni previste da settembre. Negli scorsi giorni l'annuncio del Governatore Vincenzo De Luca, che ha confermato l'avvio delle assunzioni entro la fine dell'estate.

La procedura concorsuale si svolge in due momenti: una fase preselettiva incentrata su tematiche di logica e argomenti trasversali alla totalità dei profili messi a concorso e una fase selettiva con prove scritte consistenti in quesiti a risposta multipla/sintetica riguardanti materie specifiche dei vari profili professionali ed eventuale accertamento delle conoscenze linguistiche e informatiche. Un concorso aperto a laureati e diplomati. 

A settembre cominceranno a lavorare i primi assunti. Intanto, da metà marzo, in vista del bando di concorso per 10mila posti in Campania negli enti locali con assunzioni previste da settembre, la Regione Campania e il Dipartimento della Funzione Pubblica hanno pubblicato on line: il manuale operativo per le procedure di caricamento dati da parte delle amministrazioni, la tabella dei profili richiesti, nonché l’elenco degli enti che hanno aderito all’iniziativa regionale.

In pratica è stato dato il via alla procedura concorsuale per l’assunzione delle figure professionali di cui è carente la Pubblica Amministrazione.

«Sul portale del Dipartimento della Funzione Pubblica, all’indirizzo disponibile on line www.concorsiuniciregionali.gov.it, è stata attivata un’apposita sezione dedicata alla ‘Campania’ nella quale è possibile scaricare il manuale operativo per le procedure di caricamento dati da parte delle amministrazioni, la tabella dei profili richiesti nonché l’elenco degli enti che hanno aderito all’iniziativa regionale», ha fatto sapere la Regione Campania attraverso il web e i social media.

«La procedura concorsuale si svolge di due momenti», si spiega. «Una fase preselettiva incentrata su tematiche di logica e argomenti trasversali alla totalità dei profili messi a concorso e una fase selettiva con prove scritte consistenti in quesiti a risposta multipla/sintetica riguardanti materie specifiche dei vari profili professionali ed eventuale accertamento delle conoscenze linguistiche e informatiche».Dunque , entro il prossimo mese di maggio sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando del corso-concorso bandito dalla Regione Campania con il Piano del Lavoro che prevede diecimila assunzioni nella pubblica amministrazione. Sempre nel prossimo mese di maggio saranno definiti luogo e data delle prove di selezione gestite dal Formez.

Il cronoprogramma è stato definito nel corso dell’incontro a Roma lo scorso 18 marzo tra il ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno e il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Le procedure sono sottoposte al controllo della commissione interministeriale Ripam, con il supporto organizzativo del Formez. Il costo complessivo dell’operazione sarà di oltre 106 milioni di euro, recuperati attraverso il Fondo sociale europeo ed il Fondo per lo sviluppo e la coesione.

I posti saranno ripartiti, in base al fabbisogno di organico rilevato, tra i 273 enti che hanno risposto aderito al progetto, rispondendo alla manifestazione di interesse della Regione, che si farà carico dei costi organizzativi delle selezioni e del corso di formazione retribuito che precederà la vera e propria assunzione. Tra questi vi sono 263 Comuni (su 550), 5 Comunità montane, 2 Corti d’Appello, la Provincia di Benevento, il Consorzio Asi di Salerno e l’Agenzia regionale per il Turismo. In particolare, in Irpinia hanno aderito 56 Comuni (su 118), tra cui Avellino, Ariano Irpino, Monteforte, Atripalda, Calitri, Baiano, Montella e Lioni, e la Comunità montana “Valle Ufita”. L’unico capoluogo di provincia della Campania assente è Napoli.

LE POSIZIONI MESSE A BANDO. Le posizioni messe a bando rientreranno nelle area D e C della pubblica amministrazione, riservate a diplomati e laureati, che saranno selezionati a copertura dei posti già vacanti e di quelli che si libereranno a seguito dei pensionamenti previsti nel prossimo triennio. E’ stato inoltre calcolato che con “Quota 100” si dovrebbe registrare un ulteriore incremento di collocazioni a riposto di dirigenti e funzionari.