"Basta lamentarsi, una cabina di regia per difendere il Sud"

Il sindaco di Summonte Giuditta contro regionalismo e spopolamento

basta lamentarsi una cabina di regia per difendere il sud
Summonte.  

“Fermare il regionalismo differenziato con una grande mobilitazione e con una precisa strategia”. Il sindaco di Summonte Pasquale Giuditta raccoglie immediatamente l’invito dei sindacati a costituire un fronte comune contro l’autonomia differenziata voluta dal governo.

“Bene i sindacati, ho apprezzato la partecipazione e il coinvolgimento dei sindaci. C’è bisogno però di una cabina di regia che vada oltre la lamentazione che pure è giusta. Ormai il disegno del Nord è chiaro: vuole trovare un meccanismo legislativo per staccarsi e avere più autonomia, penalizzando il Sud. Allora noi dobbiamo opporci con tutte le nostre risorse e le nostre peculiarità e mettere in campo una strategia chiara”.

L’appello dei sindacati arriva all’indomani del rapporto Svimez sempre più impietoso verso il Mezzogiorno, fotografa un divario crescente con il Nord e uno spopolamento, specie nelle aree interne del Sud,  che avanza minaccioso.

Summonte, inserito tra i borghi più belli d’Italia, si è segnalato con tante buone pratiche per fermare questa emorragia demografica ma non basta. “Qui stiamo spingendo perché i giovani intraprendano attività artigianali e produttive e restino sul territorio, qualche timido segnale lo stiamo dando ma ci sentiamo isolati perché la Regione non è un interlocutore, si sta dimostrando solo un erogatore di finanziamenti, senza sapere poi se sono utili o meno”.