Blocchi di paglia a Monteleone per proteggersi dal virus/VIDEO

Barriere artigianali per tutelare la popolazione anziana ed evitare uscite verso la zona rossa

"Il legame fra monteleonesi e arianesi è e resta indissolubile."

Ariano Irpino.  

Barriere di paglia a Monteleone, paese più alto della Puglia e confinante con Ariano Irpino, per proteggersi dal virus.

Nei piccoli borghi, animati soprattutto da anziani la paura è maggiore. E qui il sindaco Giovanni Campese, non ha perso tempo. Dopo aver avuto nei giorni scorsi un colloquio anche con la Polizia Municipale del tricolle, particolarmente attenta ai flussi provenienti dalla vicina provincia di Foggia, al bivio di Villanova, non ha perso tempo. Ha messo subito in moto la sua squadra e ha sigillato e protetto il suo paese utilizzando la paglia. Grosse balle sono state posizionate nei vari varchi.

E' sembrato di rivivere gli anni della lotta di popolo di Ariano, contro la discarica di difesa grande, situata proprio nel territorio a confine tra Campania e Puglia, quando proprio la popolazione monteleonese con Campese, Rigillo e il compianto senatore Morra scese in campo con gli stessi mezzi per bloccare l'accesso ai camion carichi di rifiuti. Ma questa volta l'allarme è molto più serio.

E' in gioco la vita di tutti e Monteleone ha voluto adottare questo metodo artigianale ma nello stesso tempo efficace per autodifendersi. 

Il sindaco Giovanni Campese: "Nessuna  intenzione di chiudere  al  traffico  la  strada  provinciale  per  Savignano Irpino,  Difesa  Grande  e  quindi  Ariano Irpino. Non  rientra  la  chiusura  della  strada  provinciale nella  discrezionalità  e  competenza del sindaco. La  chiusura  con  posizionamento di  balle  di  fieno  hanno  interessato solo  ed  esclusivamente stradine  secondarie per  dissuadere sconosciuti e/o  malviventi che si spacciano per  operatori  sanitari, operai  di  qualche  società  se  non  proprio  come  rappresentanti delle  forze  dell’ordine  per  truffare ignari anziani.

Naturalmente l’ingresso e l’uscita  dal  paese è  stata  assicurata dall’arteria  principale, denominata Via  Mancini,  dove è  possibile  monitorare, da  parte  delle  forze  dell’ordine,  eventuali infrazioni   e/o rilevare comportamenti fuori norma.

Si  ribadisce,  invece,  con  estrema  forza  che  i  rapporti  fra  i  due  Comuni,  dalla  notte  dei  tempi,  sono stati  sempre  ottimali  cosi  come  quelli  fra  le  rispettive popolazioni. Ogni  giorno  un  numero  cospicuo di  monteleonesi si  reca  ad  Ariano  Irpino  per  andare  a  lavorare, a  scuola, nei  supermercati,  nei ristoranti,  per  affetti  familiari  e  anche  per  ricoveri  presso  il  presidio  ospedaliero. Stessi  sentimenti di amicizia  sono  riversati  dai  nostri “cugini ” arianesi  nei  nostri confronti. Il  legame  fra  monteleonesi e arianesi è  indissolubile."