Consiglio, Iandolo: "Negato il confronto sul caso Movida"

Ma la maggioranza porta a casa il via libera sulle aliquote Imu

consiglio iandolo negato il confronto sul caso movida

In cassa entreranno 9 milioni annui

Avellino.  

Un' assise surreale, vissuta per metà in presenza nell'aula consiliare ma senza gli assessori e per metà ancora da remoto. Il consiglio comunale ha registrato tante assenze, soprattutto tra i banchi della minoranza a cui non va giù che la maggioranza e il presidente Ugo Maggio neghino il confronto su temi delicati come il caso movida e la salvaguardia del Campo Coni, oggetto settimana scorsa di un raid vandalico. 

"E' incredibile inoltre – denuncia Francesco Iandolo di App– che dopo tre mesi di lockdown ancora non è stata individuata una sede per tenere adeguatamente l'assise e ripristinare il normale confronto democratico. Il sindaco continua a scappare dalle questioni, ora ci è stato detto che il caso movida sarà oggetto di un consiglio monotematico ad hoc ma non c'è ancora una data fissata, a un mese dalla figuraccia di via De Concilij".

Intanto dal Consiglio è arrivato il via libera alle aliquote Imu, all’addizionale Irpef e alla monetizzazione di alcune aree di Rampa Santa Maria delle Grazie. Le aliquote Imu faranno entrare in cassa 9 milioni di euro annui.