"Asfalto e ambulatori, cosi ci tolgono il Centro Autismo"

L'amarezza di Elisa Spagnuolo e dell'Aipa che da anni attendono la struttura di Valle

asfalto e ambulatori cosi ci tolgono il centro autismo
Avellino.  

Mentre la Provincia di Avellino presenta le attività ludiche del periodo estivo per i bimbi autistici o con sindrome di down, è ancora tutto fermo per l'apertura del Centro Autismo di rione Valle, attesa da anni da centinaia di famiglie. Elisa Spagnuolo dell'Aipa denuncia: “E' da novembre che non abbiamo notizie, il Covid, certo, ci ha messo del suo in questi mesi ma stiamo ancora aspettando che la struttura torni alla sua iniziale destinazione. L'asfalto è ancora tutto lì, non c'è un filo d'erba e pensare che doveva esserci una fattoria sociale. E poi temiamo che l'autismo diventi marginale in una struttura che ospiterà Neuropsichiatria e che l'Asl vorrebbe rendere la nuova casa del centro Australia. Abbiamo sollecitato il Comune, abbiamo avuto solo promesse di attenzione dalle commissioni competenti ma purtroppo vediamo che le cose non cambiano. Sono mesi che non sappiamo più niente, certo è che non ho visto modifiche al progetto sopravvenuto di realizzare ambulatori. A noi gli ambulatori non servono, serve una struttura che dia qualità di vita ai nostri figli. Una qualità che ad oggi, dopo vent'anni di combattimento, ancora non c'e”.