Smog, Avellino maglia nera: gli sforamenti sono 41

I correttivi dell'amministrazione non hanno sortito effetti

smog avellino maglia nera gli sforamenti sono 41
Avellino.  

Sono quarantuno gli sforamenti dall'inizio dell'anno. Avellino “conquista” la maglia nera del capoluogo campano più inquinato e non si allenta la cappa dello smog. La centralina Arpac posizionata nella scuola Dante Alighieri di via Piave continua a segnalare picchi di polveri sottili, anche durante il lockdown.

Napoli è ferma a 33 superamenti, Benevento a 23, Salerno a 19 e Caserta a 18. L'amministrazione comunale del sindaco Festa è intervenuta finora in maniera blanda sui roghi agricoli con un ordinanza scaduta il 30 giugno che evidentemente non ha prodotto alcun risultato e a nulla è servita la delocalizzazione del terminal bus da piazza Kennedy.

Gli ambientalisti protestano: "La recente condanna dell'ex primo cittadino Foti, per quanto simbolica, non ha insegnato nulla - tuona Franco Mazza - Non basta dire che Avellino è situata in una conca per scrollarsi di dosso il problema. C'è bisogno di uno studio serio e approfondito per risolvere una volta per tutta questa emergenza".