Chiusura statale 90: drone in azione a Montaguto

Monitoraggio della Protezione Civile Campania sul costone incendiato dai piromani

E' stata focalizzata l'attenzione sui punti più critici del costone con l'aiuto del drone, in modo da individuare i vari massi più pericolanti...

Montaguto.  

Rilievi visivi e topografici a Montaguto sul versante costa del Santo al confine tra Campania e Puglia interessato da un vasto incendio e successivo distacco di massi dalla imponente scarpata che affaccia sulla statale 90 delle Puglia.

Avviata immediatamente l’azione di monitoraggio da parte della protezione civile della Regione Campania diretta da Claudia Campobasso, intervenuta tempestivamente con tutti gli uomini e mezzi a disposizione già da sabato scorso, nella fase più critica legata agli incendi, evitando il peggio. 

E' stata focalizzata l'attenzione sui punti più critici del costone con l'aiuto del drone, in modo da individuare i vari massi più pericolanti, tra cui qualcuno in procinto di rotolare verso la statale 90 delle puglie. Una nuvola di punti critici che verrà consegnata agli esperti in modo da poter realizzare una topografia dell'erea e decidere il tipo di intervento da effettuare nel breve tempo possibile. 

Sul posto oltre alla protezione civile, Anas, i sindaci di Montaguto, Orsara e Savignano, presente Francesco Maria Guadagno docente del dipartimento di scienze e tecnologie dell’Università degli Studi del Sannio di Benevento.

"Si tratta di una degradazione di un versante dove è presente un rischio frana ben noto, la strada deve essere messa in sicurezza, certo non la si potrà mai raggiungere in senso assoluto. Ma certamente vanno eseguite delle opere di protezione della strada, in modo tale da mitigare i rischi del transito e della sicurezza."

Dai sindaci del territorio l'appello a fare presto, per evitare una nuova mazzata ai danni di una economia già pesantemente provata.  E' di ieri la richiesta di accessi agli atti all'Anas da parte del primo cittadino di Savignano Irpino.