Ariano, i vigili del fuoco onorano la patrona Santa Barbara

Celebrazione nella chiesa arianese dedicata alla protettrice dei pompieri

Dal parroco di Santa Barbara, parole di elogio ai giovani vigili per il grande lavoro svolto fino ad oggi soprattutto in tempi di pandemia...

Ariano Irpino.  

Una celebrazione sottotono ma ugualmente sentita, quella che ha visto radunati dinanzi alla loro patrona, i vigili del fuoco del distaccamento arianese. E anche quest'anno come da tradizione ormai, il luogo prescelto è stato la chiesa di Santa Barbara. E' qui che si sono radunati nella preghiera uomini e donne appartenenti alla grande famiglia dei caschi rossi della città del tricolle tra il calore della comunità. Una squadra straordinaria, tra le più attive in Campania in forza dal 2006 e che oggi conta ben 30 iscritti.

Una liturgia, celebrata dal parroco Don Ottone Morra in segno di vicinanza alla popolazione arianese colpita dal flagello della pandemia, sia in termini di contagi e vittime che sotto l'aspetto economico.

La vera faccia del volontariato, angeli del soccorso impegnati in prima linea in un territorio vasto e articolato, al confine tra il sannio e il foggiano, tra i più estesi in Italia. Non si contano gli interventi, su più fronti in quest'anno difficilissimo legato alla pandemia.

Dal parroco di Santa Barbara, parole di elogio ai giovani vigili per il grande lavoro svolto fino ad oggi, in un territorio crocevia e strategico. E nello stesso tempo l'appello rivolto a tutti, a non abbassare la guardia.

Al termine della celebrazione è stato benedetto il mezzo all'avanguardia in dotazione ai volontari arianesi, inaugurato nei mesi scorsi alla presenza del sottosegretario Carlo Sibilia.