Vaccini, via alle somministrazioni agli over 50 ad Avellino

La dottoressa Morgante: ad Avellino, Montoro, Atripalda e Montefalcione mancano solo pochi over 60

vaccini via alle somministrazioni agli over 50 ad avellino
Avellino.  

Vaccini, in Irpinia la campagna avanza e mancano solo pochi giorni per completare le somministrazioni a tutti gli over 60 e 70 in attesa. Quattro i centri in cui chiudere e poi si passerà alle somministrazioni per gli over 50. 

Tra i 22 hub delle provincia mancano all’appello solo Avellino, Montoro, Montefalcione e Atripalda, ma è solo questione di giorni. Almeno per ora, però, in Irpinia non ci sarà nessun open day vaccinale. Sono queste le novità che interessano il piano vaccinale della provincia di Avellino. Ad illustrare tutte le news è la manager Maria Morgante che spiega come il meccanismo di somministrazione per Pfizer e Moderna sia tarato sui tempi delle forniture. Ecco perché si è passati da 40 a 30 giorni. E da oggi le prenotazioni che saranno riprogrammate.

Come ha spiegato oggi la dottoressa Morgante  tra pochi giorni, presumibilmente per l’inizio della prossima settimana, partiranno le tanto attese convocazioni per gli over 50 nei 4 centri in cui si stanno ancora completando le chiamate per gli over 60.

”Intanto, stiamo aspettando la seconda dose di AstraZeneca per scuola e forze dell'Ordine. Stiamo per ultimare una serie di scadenze - spiega Morgante -. Per gli over 60 abbiamo pochi centri dove completare la vaccinazione tra cui Avellino, Montoro e Montefalcione e Atripalda. Naturalmente dobbiamo tenere conto del fatto che, in questo momento, c'è da recuperare i tre giorni in cui c'è stato lo slittamento per la seconda dose. Abbiamo circa 2500 seconde dosi da recuperare. Intanto, stiamo aspettando la seconda dose di AstraZeneca per scuola e forze dell'Ordine. Stiamo per ultimare una serie di scadenze"

"Siamo consapevoli del fatto che in molti casi si è scelto di puntare sugli "open day" ma, senza ombra di dubbio, se non abbiamo vaccini a disposizione, non serve a nulla. Ripeto: abbiamo tutto il mondo scuola e le forze dell'ordine cui dobbiamo completare la seconda dose. Se avessimo a disposizione dosi di vaccino, ben venga l'open day". 

Intanto anche in Irpinia cambiano i calcoli dei giorni per le somministrazioni delle seconde dosi per Pfizer e Moderna.

"La scelta del cambio di parametro per quanto concerne la somministrazione della seconda dose è tecnica. L'obiettivo è di calcolare dei giorni in base alle forniture regionali. Siamo passati a 40 giorni e, successivamente, a 30. Stiamo parlando soltanto di una scelta tecnica ma il meccanismo di copertura è sempre assolutamente garantito".