Avellino. Violenta una prostituta: arrestato 27enne

Due gli episodi che risalirebbero al maggio scorso

avellino violenta una prostituta arrestato 27enne
Avellino.  

Due distinti episodi. Due accuse pesatissime. Gli agenti della Squadra Mobile di Salerno hanno arrestato un 27enne, originario della provincia di Avellino, per il reato di violenza sessuale ai danni di una prostituta. Nei mesi di maggio e giugno, in due distinte occasioni, il 27enne si è reso protagonista di due episodi di violenza, di cui uno sfociato anche in abusi sessuali, ai danni di due prostitute lungo la strada litoranea che collega Salerno a Battipaglia e nella zona industriale di Salerno.

Nel primo caso ha impugnato un coltello puntandolo alla nuca di una donna italiana, costringendola a subire un rapporto sessuale e minacciandola anche di ucciderla, aggiungendo che l'avrebbe sgozzata e l'avrebbe anche sepolta in un posto dove nessuno poteva trovarla. Nel secondo episodio avrebbe minacciato con un coltello un'altra prostituta, rumena, ma in questo caso non ci sarebbe stata violenza sessuale, perché la straniera aveva rifiutato di accondiscendere alle richieste di prestazioni sessuali, avendolo scambiato per un cittadino extracomunitario, intimando alla donna di chiedergli scusa per lo scambio di persona.

Le indagini sono state avviate dagli investigatori della Squadra Mobile dopo aver raccolto le confidenze di alcune “colleghe” delle donne che hanno raccontato di quell'uomo irpino a bordo di un’utilitaria di colore grigio marca Alfa Romeo, aggirarsi per la zona industriale di Salerno e la strada Litoranea alla ricerca di prostitute da violentare.

Alcuni particolari che le donne hanno fornito per descrivere quell'uomo e la vettura su cui si sposatava hanno consentito di risalire alla sua identità.