Lotta ai furti nelle abitazioni: task force in Valle Ufita

In campo la Polizia di Ariano con l'ausilio del Reparto Prevenzione Crimine Campania

lotta ai furti nelle abitazioni task force in valle ufita

In azione “Mercurio” lungo le strade della Valle Ufita. Il sistema in dotazione ai poliziotti sta operando lungo la direttrice Ufita, Cervaro, Baronia, Calore. E' questa la novità delle ultime ore...

Ariano Irpino.  

di Gianni Vigoroso

Lotta ai furti nelle abitazioni, la risposta della Polizia continua ad essere incisiva nelle contrade maggiormente esposte al fenomeno, lungo l’asse Ariano Irpino - Grottaminarda.

Il Questore di Avellino Luigi Botte ha intensificato i controlli in termini di uomini e mezzi attraverso l’utilizzo del Reparto Prevenzione Crimine Campania, a distanza di pochi giorni dall’impiego del personale proveniente dalla Basilicata.

In azione “Mercurio” lungo le strade della Valle Ufita. Il sistema in dotazione ai poliziotti sta operando lungo la direttrice Ufita, Cervaro, Baronia, Calore. E' questa la novità delle ultime ore. 

Ad affiancare gli uomini della base operativa di Napoli il personale del reparto volanti del Commissariato di Polizia di Ariano Irpino diretti dal Vice Questore Maria Felicia Salerno. Gli equipaggi sono in grado di inquadrare, con la telecamera, una targa ed ottenere in tempo reale una serie di dati tra i quali la denuncia di furto ed altre varie irregolarità. Un sistema in continuo aggiornamento, capace di effettuare 50 controlli ogni ora. Il collegamento del flusso informativo tra le pattuglie e le banche dati è gestito e coordinato dal Servizio controllo del territorio della Direzione centrale anticrimine. Milioni e milioni di auto spiate fino ad oggi, da quando è entrato in funzione il sofisticato sistema.

L'attività di controllo si è concentrata in modo particolare nella zona di Valleluogo, nel territorio a confine tra Ariano e Montecalvo Irpino, Scarnecchia, Manna e a Grottaminarda con risultati significativi sotto il profilo della prevenzione e repressione a dimostrazione che in Irpinia e in questo territorio crocevia, particolarmente esposto ai tentacoli della malavita, lo Stato è presente e l'attenzione della Questura di Avellino resta altissima e costante.