Incendio in un deposito di rifiuti a Pianodardine

Montefredane. Le segnalazioni del comitato: “Puzza di plastica bruciata. L’Arpac intervenga”

incendio in un deposito di rifiuti a pianodardine
Manocalzati.  

 

di Andrea Fantucchio

Incendio nall’impianto di trattamento rifiuti dell’azienda, Dentice Pantaleone, in via Nazionale a Montefredane. Nella zona industriale di Pianodardine. Il fumo acre, trasportato dal vento, è arrivato fin sui balconi di alcune abitazioni. L’allarme è partito un paio di ore fa. Tempestivo l’intervento dei vigili del fuoco di Avellino che hanno sedato le fiamme e messo in sicurezza la zona. I caschi rossi hanno circoscritto l’area per impedire che il fuoco si diffondesse. Non sono ancora chiare le cause dell’incendio. Probabilmente saranno le forze dell’ordine ad accertarle nelle prossime ore. 

Segnalazioni da tutti i comuni della Valle del Sabato

Una foto del rogo è stata pubblicata anche sul gruppo Facebook dell’associazione ambientalista, “Salviamo la Valle del Sabato”. Il presidente dell’associazione e medico dell’Asl di Avellino, Franco Mazza, ha consigliato ai cittadini di “Tenere chiuse le finestre ed evitare di uscire se non strettamente necessario. Fino a quando il vento avrà dissipato il fumo”. Molti residenti hanno avvertito puzza di plastica bruciata. Segnalazioni in proposito sono arrivate, attraverso facebook, dai comuni di Pratola Serra, Prata e Manocalzati. 

Il lavoro dei comitati ambientalisti

Mazza ha mobilitato anche il personale Arpac per chiedere accertamenti sull’eventuale impatto inquinante del rogo. Rilievi che dovrebbero essere eseguiti domani in mattinata. Proprio il comitato ambientalista presieduto da Mazza, nei mesi precedenti, ha sempre tenuta alta l’attenzione sul pericolo di inquinamento. Attenzione puntata sulla Valle del Sabato, territorio in passato fortemente compromesso dal punto di vista ambientale. I comitati lavorano da tempo a finché siano istituite centraline di controllo permanenti, un registro tumori e tentano di coinvolgere i sindaci e gli enti locali per far fronte comune contro la problematica dell’inquinamento.