Torna la meningite, grave bimba di sei anni a Solofra

Il professore Nunziata al Landolfi ha disposto il trasferimento al Cotugno: prognosi riservata

torna la meningite grave bimba di sei anni a solofra
Avellino.  


Torna l'allarme meningite in Irpinia. Una bambina di 6 anni di Solofra versa in gravi condizioni al Cotugno di Napoli. Il caso si è registrato nella tarda serata di oggi presso l'ospedale "Landolfi" di Solofra. E' stato il primario della divisione di pediatria del nosocomio, il professore Felice Nunziata, ad accorgersi subito che la piccola, portata in ospedale dai familiari, presentava i chiari sintomi della meningite. Immediatamente le sono state prestate le prime cure del caso, poi - alla luce della gravità delle condizioni della bambina - è stato disposto il trasferimento d'urgenza presso la divisione di malattie infettive del Cotugno di Napoli. "Le condizioni della bambina sono molto serie", ha ammesso il primario irpino Nunziata, da sempre impegnato a favorire la campagna di vaccinazione contro la meningite soprattutto per i bambini più a rischio. Anche i medici del nosocomio napoletano hanno verificato la gravità del caso e si sono riservati la prognosi. Dall'ospedale di Solofra, nel frattempo, è stata disposta la profilassi preventiva per i familiari della bambina e per quanti sono venuti a contatto con la piccola, terapia che riguarderà anche gli stessi sanitari del "Landolfi" che per primi hanno verificato le sue condizioni di salute. La notizia ha naturalmente suscitato preoccupazione non solo a Solofra, ma anche nei comuni dell'hinterland. "Non bisogna fare allarmismi - ha sottolineato il professore Nunziata - ma è chiaro che noi medici dobbiamo fare in modo di diffondere quanto più è possibile la cultura delle vaccinazioni e superare dei vecchi tabù. Quando si è vaccinati comunque abbiamo un'arma in più per combattere l'insorgere della meningite". L'ultimo caso di meningite in Irpinia si era verificato nell'aprile proprio a Solofra e aveva colpito una studentessa 21enne.

pi.mel.