In auto con fucile e munizioni, prova a corrompere i militari

Denunciato un 70enne

in auto con fucile e munizioni prova a corrompere i militari
Conza della Campania.  

Questa notte, i carabinieri di Sant’Andrea di Conza hanno arrestato un 70enne di Teora accusato di detenzione di arma clandestina, ricettazione e istigazione alla corruzione.

L’anziano, a Conza della Campania, incappato in un controllo di routine da parte dei carabinieri, aveva un fucile sul sedile posteriore del Suv, modificato e con matricola abrasa, unitamente al relativo munizionamento.

Nello specifico, i carabinieri hanno notato che il conducente il veicolo ha cambiato repentinamente direzione, imboccando una stradina interpoderale: insospettiti da quell’insolita manovra, lo hanno rincorso e bloccato.

All’esito della perquisizione, hanno scoperto l’arma clandestina con sette cartucce calibro 12.

Come aggravante, al fine di sottrarsi alle conseguenze della propria condotta, l'autista del Suv ha offerto ai militari una cospicua somma di denaro, in cambio del loro silenzio.

La successiva perquisizione domiciliare ha permesso anche il recupero di ulteriori 62 cartucce illegalmente detenute.

D’intesa con la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino, a carico del 70enne è scattato l’arresto.

Dopo le formalità di rito espletate in caserma, l’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Sant’Angelo dei Lombardi.