L'Irpinia piange Vinicio De Stefano

Fu definito da Vittorio Sgarbi, un pittore ragguardevole

l irpinia piange vinicio de stefano

Lutto nella cultura in Irpinia

Avellino.  

Si è spento ad Avellino Vinicio De Stefano, tra i più noti pittori irpini, nato a Montella il 28 dicembre del 1942 e lì residente pur avendo uno studio a Napoli al Vomero. 

Appartenente al filone dei post impressionisti napoletani, appassionato di paesaggi e figure femminili, molto ammirato per la spontaneità della pennellata, per i colori tipici del’ ‘800 napoletano della scuola di Resina, la sua produzione spesso ispirata da figure femminili e infantili del suo mondo montellese e della sua famiglia. 

Ha partecipato a numerose esposizioni e concorsi di pittura organizzate da comuni e associazioni sempre ponendosi ai primi posti e vincendo moltissimi premi.

Il noto critico d'arte Vittorio Sgarbi dopo aver visitato una sua esposizione l’aveva definito "pittore ragguardevole". Domani alle 15:30 a Montella, verranno celebrati i funerali.

L'Amministrazione Comunale di Montella si unisce al compianto della famiglia e di tutta la Comunità.
"Nei suoi numerosi lavori, ispirati alla scuola del post impressionismo napoletano, ha evocato luoghi tipici del nostro paese, volti e figure femminili spesso familiari, testimonianza di sensibilità artistica e indiscusso talento, apprezzati dai migliori critici d'arte. Pluripremiato in numerosi concorsi e mostre di pittura, lascia la moglie e tre figli."

(Foto dal Web Montella.eu)