Rifiuti, pericolo igienico sanitario: interviene il sindaco

Raccolta straordinaria nelle isole ecologiche di Manna, Cimitero e Santa Barbara

rifiuti pericolo igienico sanitario interviene il sindaco

Il Comune richiama i cittadini ad una maggiore attenzione nel conferimento dei rifiuti...

Ariano Irpino.  

Il sindaco Domenico Gambacorta ha chiesto ad Irpiniambiente una raccolta straordinaria nelle isole ecologiche di Manna, Cimitero e Santa Barbara, letteralmente invase da rifiuti di varia natura da diversi giorni.

A lavoro dal primo pomeriggio gli operai della cooperativa Irpinia servizi diretta da Saverio Cuoco. Ci vorranno più mezzi e diverse ore per bonificare le tre aree ridotte in mini discariche a cielo aperto seri pericoli per la salute pubblica. C'è chi in maniera scellerata ha lasciato tra l'immondizia persino un contenitore per la raccolta dell'umido, quasi a voler disfarsene per sempre. Vi è di tutto nelle tre isole della vergogna tra quei rifiuti non adeguatamente differenziati.

Il Comune richiama i cittadini ad una maggiore attenzione nel conferimento dei rifiuti. A farlo seguendo gli orari e ad evitare di depositare nelle isole l'immondizia se si risiede nelle aree servite dal porta a porta. Sul posto una pattuglia della Polizia Municipale. Sono in corso le indagini intanto per individuare e sanzionare coloro che si sono resi protagonisti di tale scempio soprattutto a Manna e nel piazzale del Cimitero in barba alle telecamere funzionanti in entrambe le zone. In contrada Santa Barbara sono in atto una serie di verifiche a causa degli odoro nauseabondi che provengono da qualche cassonetto, nel quale sembra siano stati sversati scarti alimentari. 

Un altro aspetto importante riscontrato oggi proprio dalla Polizia Municipale è legato alla presenza di cassonetti sudici, non sottoposti da tempo a lavaggio e isole disordinate sia all'interno che nella parte esterna con la presenza di buste di immondizia, carta e quant'altro nei vicini terreni. Anche in località Casone, dove tra l'altro ad ogni abitante è stata affidata una chiave dell'isola occorrerebbe una maggiore pulizia della struttura. Insomma più collaborazione da parte di tutti e multe severe per chi inquina e trasforma in mini discariche queste zone. 

Gianni Vigoroso