Pratola Serra: Fiano "Isca", sociale e sostenibile

Venerdì 1 aprile la presentazione. Il vino realizzato dalla fattoria sociale "Isca"

pratola serra fiano isca sociale e sostenibile
Pratola Serra.  

Venerdì 1 aprile alle 11.30, la Fattoria Sociale Isca delle Donne della rete Mediterraneo Sociale, in via Ventole SNC a Pratola Serra (AV), presenta il suo primo vino, il Fiano di Avellino D.O.C.G. “Isca”, nato dalla sinergia di psicologi e contadini, volontari e persone nel disagio, nello spirito delle Comunità Locali Sostenibili create da Mediterraneo Sociale. Il Fiano “Isca”, vinificato da Vigne Irpine a cura dell’enologo Domenico Polzone, arricchisce la filiera della fattoria, che già vanta produzioni di qualità come i piccoli frutti, il miele dalle proprie arnie, le ortive di stagione, le marmellate artigianali, il mosto cotto, le conserve. I proventi dei prodotti, tutti coltivati a chilometro zero, sono interamente destinati a sostenere le azioni di Isca delle Donne e acquistabili mediante distribuzione diretta in fattoria. Il saluto introduttivo dell’incontro è affidato al vescovo di Avellino, Mons. Francesco Marino, mentre presenteranno “Isca” Luigi Fandelli, presidente della cooperativa Gea Irpina che gestisce la fattoria, e Adele Galdo, psicologa e responsabile del Dipartimento Formazione di Isca delle Donne.Interverranno inoltre il Portavoce del Forum Nazionale Agricoltura Sociale, Salvatore Cacciola, il sindaco di Pratola Serra, Antonio Aufiero, il direttore della Coldiretti Campania, Salvatore Loffreda, la direttrice dell’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna (U.E.P.E.), Annamaria De Gruttola, il fiduciario di Slow Food Avellino, Carlo Iacoviello, il direttore regionale Caritas Campania, Carlo Mele, il delegato dell’Associazione Italia Sommelier, Annito Abbate, il direttore del Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria (CREA), Marco Scortichini e il direttore generale ASL Avellino, Mario Nicola Vittorio Ferrante. 

Dalle 9.30 l’Open Class del master di II livello MIART (Manager delle imprese agro-sociali e delle reti territoriali), il cui tema sarà “Agricoltura sociale: la formazione e la rete delle imprese”. L’ Open Class è a cura del direttore del Dipartimento di Diritto, Economia, Management e Metodi Quantitativi (DEMM) dell’Università degli studi del Sannio, Giuseppe Marotta, coordinatore del master MIART, messo a punto per la prima volta lo scorso anno dal dipartimento DEMM dell’Unisannio con Mediterraneo Sociale. Interverranno all’Open Class il presidente del GAL Partenio, Luca Beatrice, e il funzionario della Regione Campania Italo Santangelo.  

Redazione