Santa Paolina al voto, scende in campo la Gambino

Guiderà una lista civica al servizio della comunità

santa paolina al voto scende in campo la gambino
Santa Paolina.  

In occasione delle elezioni amministrative del 26 maggio una nuova forza si affaccia nel panorama politico di Santa Paolina.

“Si tratta di un gruppo di giovani donne e uomini” dice la capolista designata, la Dott.ssa Clelia Gambino, “che ha scelto di mettere le proprie conoscenze e le proprie competenze al servizio del nostro paese”.

Il gruppo è diviso in vari sottogruppi, delle vere e proprie commissioni, ognuna delle quali si occupa di un aspetto della vita sociale e amministrativa del paese ed in cui ognuno mette al servizio del progetto le proprie competenze.

“Non un’iniziativa estemporanea per raccattare consensi, ma un progetto organico e ben strutturato.

Abbiamo iniziato, già da alcuni mesi, a proporre un discorso di unità e superamento delle antiche diatribe; ora scendiamo in campo, consapevoli che il percorso sarà irto di ostacoli, ma determinati a portare nel nostro amato paese quell’aria di rinnovamento di cui crediamo abbia infinito bisogno.

“La scelta del mio nome mi riempie di orgoglio e mi investe di una grande responsabilità”, dice la capolista.

“Negli anni in cui ho vissuto lontana da Santa Paolina mi sono occupata di politica, che è la mia grande passione, prima nell’ufficio della vice-presidenza della provincia di Napoli, poi come assessore alla cultura, pubblica istruzione, legalità e pari opportunità del Comune di Casavatore; un impegno gravoso, in un territorio non facile, ma che ho portato a termine con impegno e con risultati che ancora oggi i miei ex concittadini mi riconoscono con affetto.

Ma il mio paese è senza dubbio un’altra cosa: qui ci sono le mie radici, qui c’è il mio cuore, qui mi impegnerò con tutta me stessa in un’avventura non facile, ma che porterò avanti con lealtà e spirito di servizio.

Quella che sta iniziando sarà, per me e per il mio gruppo di lavoro, una campagna elettorale che intendiamo svolgere con assoluta correttezza, mettendo in campo le idee, i progetti, le competenze e bandendo ogni forma di attacco personale nei confronti dei nostri avversari, che non consideriamo nemici ma interlocutori.

Certo non sarà facile, ma siamo convinti che stiamo percorrendo la strada giusta, la strada del rinnovamento, delle idee, delle competenze”.