Elezioni, si decidono i nomi nel Pd: ipotesi Iannace al posto di De Caro

Il senologo è pronto, si attendono le disposizioni da Roma. Polemiche per la rinuncia di de Caro

elezioni si decidono i nomi nel pd ipotesi iannace al posto di de caro

Per il consigliere regionale Petracca via libera alla deroga

Avellino.  

Carlo Iannace è pronto a scendere in campo per il Pd. Il medico senologo, già consigliere regionale, recordman di voti in Irpinia, ma conosciuto e apprezzato anche nel Sannio dove è stato sindaco di San Leucio, ha dato la sua disponibilità a correre per le politiche del 25 settembre. A lui potrebbe essere affidato il collegio uninominale del Senato, dopo la "rinuncia" del parlamentare sannita, Umberto Del Basso De Caro. Una decisione che porta con sé l'ennesima scia di polemiche e scontri interni alla federazione irpina dei democratici. Il consigliere regionale Livio Petitto non ha mancato di sottolineare che a questo giro a Campania non esprimerà senatori campani. "Le indicazioni dei capilista (l’onorevole Franceschini e l’ex segretaria della Cisl, Furlan), restituisce in tutta la sua evidenza, la scarsa, per non dire nulla, considerazione di cui la nostra regione gode a Roma - ha dichiarato Petitto -  Spero che il segretario nazionale e tutti i personaggi che impropriamente occupano le stanze del Nazareno il 25 settembre traggano da soli le conseguenze di queste scelte scellerate. L’amico Umberto Del Basso De Caro anche in questa occasione ha dimostrato la sua signorilità e l’attaccamento al territorio che ha degnamente rappresentato in questi anni e che, in altre forme, ma sempre con lo stesso impegno, continuerà a rappresentare". 

Ma quella del 25 settembre sarà una guerra all'ultimo voto, questo lo sanno bene tutte le formazioni politiche, più che mai il Partito Democratico: dopo che è naufragato il campo largo con il M5S e la rottura con Calenda, il Pd deve vedersela non solo con il centrodestra ma anche con chi fino a ieri era alleato. Per questo si cercano nomi in grado di intercettare larghi consensi, e tra questi c'è proprio quello del medico Iannace. Per il chirurgo la strada è libera, dopo l'annullamento della sentenza di condanna in Cassazione (per le accuse di presunte irregolarità truffa e falso). 

Nelle prossime ore il Nazareno comunicherà i nomi delle list. Al momento, il consigliere regionale, Maurizio Petracca ha ricevuto il via libera alla deroga, si aspetta solo la conferma sulla sua collocazione nel collegio uninominale della Camera dei deputati. Per quel che riguarda, invece, il cosiddetto listino bloccato, il collegio plurinominale di Montecitorio, sarà guidato da Piero De Luca, attuale vicepresidente del gruppo dem alla Camera. La delegata alle Pari opportunità di Palazzo Santa Lucia ed ex presidente del consiglio regionale, Rosetta D’Amelio, andrebbe al secondo posto nel listino proporzionale.