Violenza sulle donne: in Procura un punto di ascolto

Protocollo Intesa a protezione vittime di reato e di violenza di genere

violenza sulle donne in procura un punto di ascolto
Benevento.  

Firmato in Procura il protocollo d’intesa per la realizzazione di un sistema integrato di protezione delle vittime di violenza di genere e contro le vittime particolarmente vulnerabili. L'intesa è stata siglata tra il procuratore Capo, Aldo Policastro, l’Ordine degli Avvocati di Benevento e dalla cooperativa E.V.A. attiva sul territorio regionale nella prevenzione e il contrasto della violenza maschile contro le donne e dall'ente gestore del centro antiviolenza Pro.Ce.Do. di Benevento.

Anche la Camera penale sannita ha assicurato la sua collaborazione nell’individuazione dei legali professionalmente attrezzati sul tema della violenza di genere e dei reati contro le vittime vulnerabili. Il protocollo ha la finalità di costruire un sistema di protezione in grado di evitare la vittimizzazione secondaria delle persone che si rivolgono alla giustizia, alle forze dell’ordine e ai servizi territoriali. Presso la Procura di Benevento sarà attivato uno spazio di ascolto e di accoglienza per fornire una prima assistenza psicologica, le informazioni utili ed un accompagnamento verso altri servizi territoriali dell’area legale, sanitaria, psico-sociale e la possibilità di sporgere denuncia-querela direttamente alla polizia giudiziaria in servizio presso la Procura.

Un punto d’ascolto che sarà affidato al personale specializzato in possesso delle adeguate competenze con riferimento all’ascolto e alla relazione che opererà in regime di piena autonomia senza assumere funzioni pubbliche e senza alcune onere a carico del Ministero della Giustizia.

Sarà la cooperativa E.V.A., su coordinamento della Procura, a fornire la progettazione del servizio attraverso le sue operatrici e in collaborazione con gli altri firmatari nelle ore in cui lo spazio d’ascolto sarà aperto. Procura, Ordine avvocati e le altre parti interessate dal Protocollo si impegnano a promuovere e a partecipare al tavolo tecnico interistituzionale già istituito dalla Cooperativa. Iniziative connesse al centro antiviolenza Pro.Ce.Do. E finalizzata a coinvolgere tutti i soggetti pubblici competenti per creare un sistema condiviso ed integrato di procedure e buone prassi operative per una migliore protezione ed un più efficace sostegno delle vittime in tutto l’iter giudiziario dalla rilevazione e dalla segnalazione all’ascolto e all’accompagnamento.