"Chi rispetta gli insegnanti rispetta i propri figli" | FOTO

Questa sera a Benevento sit-in dopo l'aggressione della maestra Lina. Mastella: "Chieda scusa"

chi rispetta gli insegnanti rispetta i propri figli foto
Benevento.  

La maestra Lina non se l'è sentita di partecipare questo pomeriggio alla manifestazione di solidarietà organizzata a Benevento dopo l'aggressione subita lunedì dalla madre di una sua piccola alunna. Al suo posto c'era la figlia che con discrezione fotografava gli striscioni con i messaggi indirizzati a colei che da una vita si spende per la Scuola e per impartire le prime nozioni di vita ai bambini dell'istituto comprensivo San Filippo.

Un abbraccio caloroso quello che è arrivato all'insegnante dal mondo della scuola, dai genitori dei suoi alunni e dalle istituzioni.

Presenti il sindaco Clemente Mastella con la moglie, la senatrice Sandra Lonardo, l'assessore all'Istruzione, Rossella Del Prete, i sindacati e tante persone comuni. “Siamo tutti con la maestra Lina lo slogan contro il gravissimo episodio registrato purtroppo all'interno della scuola.

Un episodio per il quale la protagonista ancora non si è scusa. “Abbiamo sperato in una telefonata, in un cenno di scuse ma purtroppo non è arrivato” ha commentato Anna Lisa Gravina, vicepreside del Convitto Nazionale Pietro Giannone e responsabile del Plesso San Filippo.

“La scuola ha bisogno di un aiuto da tutta la comunità – è l'appello della professoressa Gravina -. Ci troviamo di fronte a famiglie sempre più problematiche. La famiglia demanda e la scuola non è pronta ad affrontare problemi di tipo familiare. É necessario organizzare corsi sulla genitorialità perchè i genitori non sono pronti ad essere tali. La scuola educa i bambini alla cittadinanza, ma qui mancano le regole basilari del comportamento, manca l'educazione”.

“Si scusi con la maestra, con la scuola”. Questo l'appello del sindaco Clemente Mastella. “Chieda scusa, solo così questa brutta vicenda può intraprendere una strada positivo. Bisogna avere rispetto per gli insegnanti”. Al termine del suo intervento il sindaco Mastella non manca a lanciare una stoccata alle forze politiche: “Mi sarei aspettato di vedere il questa piazza tutte le altre forze politiche, purtroppo così non è stato”.

“Qui bisogna riflettere, quello che avvenuto è una cosa molto grave” ha invece affermato la senatrice di Forza Italia, Sandra Lonardo che invita genitori e figli “ad alzare lo sguardo dagli smartphone per guardarsi negli occhi. Le famiglie non possono demandare l'intera educazione alla scuola. Facciano la loro parte, collaborino con gli insegnanti. Bisogna recuperare il rapporto scuola – famiglia”.