Ordine dei Consulenti del Lavoro di Benevento, Testa rieletto presidente

Insediato il nuovo Consiglio provinciale per il triennio 2021-2024

ordine dei consulenti del lavoro di benevento testa rieletto presidente
Benevento.  

Si è insediato oggi il nuovo Consiglio provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Benevento. Il Presidente Vincenzo Testa, rieletto all’unanimità dal Consiglio provinciale, guiderà l’Ordine per il prossimo triennio 2021-2024. Su proposta del Presidente, alla carica di Segretario è stato eletto Arturo Aulino e, a quella di Tesoriere Paolo Costanzo. Presidente del collegio dei revisori dei conti è nuovamente Pio Grasso.
“Un sincero ringraziamento a tutti, ritengo la mia elezione una significativa dimostrazione di unità della categoria sannita”, ha dichiarato Vincenzo Testa al termine delle operazioni di voto. “Veniamo da un anno difficile segnato dall’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19, nel quale abbiamo operato tra mille difficoltà, in molti casi, diretta conseguenza di una produzione normativa ipertrofica e contraddittoria, ma consapevoli che era nostro dovere farlo attesa la funzione sociale, da sempre, attribuita ai Consulenti del Lavoro”. Il nostro tenace impegno ha garantito, a imprese e lavoratori, la possibilità di fruire degli ammortizzatori sociali e di tutte le altre misure di sostegno attivate a seguito della pandemia. Su scala nazionale i dati Inps parlano chiaro: su un totale di 8.000.000 di lavoratori beneficiari di ammortizzatori sociali, i Consulenti del Lavoro hanno gestito 6.800.000 istanze (85% sul totale)”, ha commentato. “I prossimi anni presentano delle sfide ardue connesse al rilancio dell’economia e del mercato del lavoro provinciale” -ha sottolineato- pertanto una efficace programmazione e gestione sia dei fondi del Next generation EU, che di quelli allocati con la nuova programmazione 2021-2027, rappresentano la conditio sine qua non per ricostruire il tessuto economico, produttivo e sociale del nostro territorio che, già prima della pandemia, presentava tutte quelle fragilità comuni alle aree interne del mezzogiorno. Affinchè tale obiettivo possa essere raggiunto, ritengo fondamentale il coinvolgimento di tutti gli Ordini professionali (presidi di competenze tecniche e garanti della fede pubblica). “Nel prossimo triennio -ha concluso- il Consiglio provinciale continuerà a tutelari gli iscritti potenziando l’azione di contrasto al fenomeno dilagante dell’esercizio abusivo della professione; riproporrà il progetto “generazione legalità” presso gli Istituti Superiori e l’Università; promuoverà sul territorio l’organizzazione di incontri e convegni per dare impulso alla costruzione di un mercato del lavoro locale che si fondi su principi etici e solidali; forniremo assistenza, a giovani inoccupati e disoccupati, per l’accesso a misure di politica attiva regionali e nazionali attraverso la Fondazione Lavoro (APL del CNO iscritta all’Albo nazionale Anpal); promuoveremo presso gli enti locali l’inserimento nelle gare di appalto della certificazione Asse.Co., quale strumento di garanzia del principio di legalità, di tutela delle imprese e dei lavoratori. Fanno parte del nuovo Consiglio: Mauro Perone; Michele Foschini; Lisa Cannella; Marcello De Risola. Componenti del collegio dei revisori Gianfranco Pinto; Claudio Fodarella.