Una vita da carabiniere, lascia il luogotenente Lombardo

Raggiunti limiti di età per il comandante della Stazione di S. Agata dei Goti

una vita da carabiniere lascia il luogotenente lombardo
Sant'Agata de Goti.  

Dopo averla servita per 43 anni, domani lascerà l'Arma, per raggiunti limiti di età, il luogotenente carica speciale Antonino Lombardo (nella foto è il terzo da sinistra), comandante della Stazione dei carabinieri di Sant’Agata de’ Goti.

Origini palermitane, Lombardo si era arruolato nel 1977, a 17 anni, frequentando il corso di formazione presso la Scuola allievi carabinieri di Roma, al termine del quale terminato era stato trasferito alla Fanfara dei carabinieri di Napoli.

Nel 1986, promosso vicebrigadiere dopo la frequenza del 37° corso Allievi sottufficiali, era stato destinato alla Stazione Carabinieri di Licola. Nel 1989 era stato nominato comandante della Stazione Carabinieri di Frasso Telesino, nel 1996, infine, di quella di S. Agata de’ Goti che ha guidato ininterrottamente sino ad oggi con grandi capacità e competenza.

In una nota l'Arma spiega che “sono sotto gli occhi di tutti le sue qualità umane, il profondo impegno, le grandi disponibilità e professionalità a difesa della legalità in un’area sannita particolarmente sensibile sotto l’aspetto della sicurezza, ricevendo unanimi consensi anche da parte della cittadinanza saticulana”.

Questa mattina il comandante provinciale, il tenente colonnello Germano Passafiume, ha salutato il luogotenente Lombardo, formulandogli i più fervidi auguri per un futuro ricco di serenità e soddisfazioni, sicuro che saprà distinguersi ancora per i suoi elevati valori morali.

Agli auspici si uniscono gli ufficiali e tutto il personale del Comando provinciale, ma in particolare i colleghi della Compagnia di Montesarchio e della Stazione di Sant’Agata, avendo vissuto più da vicino con lui anni intensi.

Al luogotenente Lombardo gli auguri della redazione di Ottopagine