Fucile contro la moglie: "O te ne vai o ti sparo". Assolto

La sentenza per un 45enne di Benevento

fucile contro la moglie o te ne vai o ti sparo assolto
Benevento.  

Era accusato di aver minacciato di morte la moglie con un fucile, ma l'aggravante che gli era stata contestata è caduta perchè dal dibattimento è emerso che quel fucile ad aria compressa spara pallini di gomma. Una circostanza che ha indotto il Tribunale ad assolvere, per la tenuità del fatto, un 45enne di Benevento, chiamato in causa per un episodio accaduto nel luglio 2016.

Quando – secondo la ricostruzione operata dagli inquirenti- avrebbe imbracciato l'arma, detenuta legalmente, e l'avrebbe puntata contro la consorte, dicendole: “O te ne vai o ti sparo...”. Una frase che aveva comprensibilmente spaventato la donna, che aveva denunciato l'accaduto. Punto di una partenza di un'indagine sfociata in un processo concluso con l'assoluzione dell'imputato, difeso dall'avvocato Cipriano Ficedolo.