12 anni, si apparta: i genitori la scoprono e si arrabbiano

La madre della minore ed il patrigno assolti dalle accuse di violenza privata e percosse a minore

12 anni si apparta i genitori la scoprono e si arrabbiano
Benevento.  

Erano finiti a giudizio perchè accusati di aver avuto nei confronti della ragazza un comportamento che, per quanto comprensibile in un genitore, era stato però connotato da uno schiaffo e da qualche strattone. Entrambi sono stati assolti dal giudice Loffredo: lei, la madre di una 12enne di Benevento, per la lieve tenuità del fatto e per non aver commesso il fatto – rispondeva, nell'ordine, di tentata violenza privata e percosse; lui, il patrigno, imputato di violenza privata, per non aver commesso il fatto.

I fatti risalivano alla sera dell'11 luglio del 2014, quando i due imputati – sono stati difesi dall'avvocato Gianmarco Bosco - , nel transitare in auto lungo via Piccinato, avevano sorpreso la minore in compagnia di un 17enne con il quale si era appartata.

Era scattata la loro reazione, entrambi avevano costretto la giovanissima a salire in auto, la mamma le aveva rifilato uno schiaffone, l'uomo l'aveva tenuta per le braccia per impedirle di scendere dalla macchina. Un episodio al centro di una indagine e, poi, di un processo che ora si è concluso.