Non è vero, sono false le accuse di mia moglie...

Interrogato in carcere il 40enne rumeno, residente a Montesarchio, arrestato dalla Mobile

non e vero sono false le accuse di mia moglie
Benevento.  

Ha respinto ogni accusa. Non è vero, è falso ciò che ha detto sul mio conto. Assistito dall'avvocato Achille Cocco, si è difeso così il 40enne di nazionalità rumena, residente a Montesarchio, arrestato alcuni giorni fa dalla Squadra mobile per maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale aggravata ai danni della moglie.

Lo ha fatto nel carcere di contrada Capodimonte nella tarda mattinata, quando si è trovato al cospetto, per l'interrogatorio di garanzia, del gip Vincenzo Landolfi, che aveva firmato, su richiesta della Procura, l'ordinanza di custodia cautelare nei suoi confronti.

Secondo gli inquirenti, da anni la donna avrebbe subito le condotte del coniuge, aggravate dalla quotidiana condizione di ubriachezza. Lui l'avrebbe tormentata ed aggredita sia fisicamente, sia verbalmente Una situazione che aveva determinato nel nucleo familiare, composto anche dalle figlie minori, un clima di vessazioni e prevaricazione, con la malcapitata costretta a subire rapporti sessuali indesiderati.

Circcostanze negate dall'indagato, il cui legale ha chiesto la revoca della misura e, in subordine, la sua attenuazione. Un'istanza sulla quale il giudice si pronuncerà dopo il parere del Pm.