Concorsi, al riesame è l'ora di De Matteo, Sparaneo e Balletta

Tra giovedì e lunedì saranno vagliati i loro ricorsi e quello di Zolli

concorsi al riesame e l ora di de matteo sparaneo e balletta
Benevento.  

Dopo quello discusso oggi dinanzi al Riesame – attesa la decisione -dall'avvocato Mauro Iodice per Antonio Laverde, 44 anni, originario di Benevento ma residente a Fonte Nuova, in provincia di Roma, maresciallo della Finanza in servizio al Comando generale, agli arresti domiciliari, si avvicina l'ora dei ricorsi curati nell'interesse delle tre persone maggiormente gravate – nei loro confronti è stata ipotizzata anche l'associazione per delinquere -nell'inchiesta del sostituto procuratore Francesco Sansobrinoe della guardia di finanza sui concorsi per le forze dell'ordine.

Si tratta di Antonio De Matteo (avvocato Antonio Leone), 68 anni, di Benevento, funzionario dei vigili del fuoco, in pensione, Giuseppe Sparaneo (avvocato Gerardo Giorgione), 51 anni, di Benevento, funzionario in servizio dei vigili del fuoco, e del viceprefetto Claudio Balletta (avvocato Bruno Naso), 65 anni, di Roma, dirigente del Ministero dell'Interno presso il Dipartimento dei vigili del fuoco, tutti finiti in carcere.

La posizione di De Matteo, al pari di quella di Eduardo Zolli (avvocato Sergio Rando), 66 anni, indicato come intermediario, all'obbligo di dimora ad Apollosa, sarà vagliata dal Tribunale della libertà giovedì 9 luglio, mentre per Sparaneo e Balletta l'udienza è in programma lunedì 13 luglio.

L'obiettivo delle difese è, ovviamente, minare, sia sul versante delle esigenze cautelari, sia dei gravi indizi, per ottenerne l'annullamento, le ordinanze di custodia firmate dal gip Vincenzo Landolfi.

Non hanno invece presentato ricorso gli avvocati Francesca Golia e Salvatore Di Sarno, che assistono Vito Russo, 40 anni, di Benevento, carabiniere in forza a Roma, anch'egli ai domiciliari. Mentre non è ancora stata fissata l'udienza, trattandosi di misure interdittive, per Alessandro Filippo Lupo (avvocato Gabriele Vescio), 56 anni, di Treviso e Gianluca Galliano (avvocato Stefano Travaglione), 45 anni, nato a Benevento, residente ad Ardea, sospesi per 12 mesi dall'esercizio delle funzioni, rispettivamente, di vigile del fuoco ed agente di polizia.