Andrea De Longis senior, un "galantuomo d'altri tempi"

Commemorazione in Tribunale. Processo interrotto e minuto di silenzio

andrea de longis senior un galantuomo d altri tempi
Benevento.  

Un “gentiluomo”, un “galantuomo”. Sono i due termini più utilizzati da coloro che questa mattina, in Tribunale, hanno commemorato l'avvocato Andrea De Longis senior, scomparso ieri a 75 anni.

“Lo chiamo Andrea perchè era un amico – ha affermato il presidente del Tribunale Marilisa Rinaldi-, “una persona d'altri tempi che si distingueva per il suo comportamento in ogni occasione”.

“Non lo conoscevo – ha precisato il procuratore Aldo Policastro-, ma ho lavorato con il fratello (Claudio, dirigente ora in pensione ndr), di cui ho apprezzato il tratto gentile evidentemente comune a tutta la famiglia”.

Il segretario dell'Ordine forense, Vincenzo Sguera, si è detto “onorato di poter salutare per l'ultima volta un grande professionista, molto competente. E' stato il punto di riferimento per i più giovani, era un piacere ascoltare le sue arringhe. Per l'avvocatura è una perdita gravissima, lo ringrazio per ciò che ha fatto”.

Domenico Russo, presidente della Camera penale, dopo aver letto il messaggio di cordoglio inviato ieri dall'Unione delle Camere penali italiane, ha ricordato di aver “preparato l'esame per l'abilitazione nel suo studio”, e ne ha sottolineato la “tenerezza e l'empatia”.

Un signore “apprezzato da tutto il personale amministrativo”, lo ha definito il dirigente del Tribunale Antonio Ninfadoro. Parole alle quali ha replicato la moglie dell'avvocato, Teresa, che ha ringraziato tutti. “Spero che resti sempre nei vostri cuori”, ha concluso.

Al primo piano, intanto, il presidente del collegio giudicante, Sergio Pezza, ha interrotto un processo in corso e, dopo aver ricordato la figura dell'avvocato De Longis, ha invitato i presenti ad osservare un minuto di silenzio.