Dacci quei soldi, lo picchiano sulle scale: arrestati

Ai domiciliari un 29enne ed un 30enne di Benevento. Indagine dei carabinieri

dacci quei soldi lo picchiano sulle scale arrestati
Benevento.  

Sono ritenuti responsabili di una tentata estorsione e delle lesioni aggravate di cui avrebbe fatto le spese un uomo, e di violenza privata ai danni della sua compagna.

Sono le ipotesi di reato contestate a Nico De Luca, 29 anni, e Daniele Di Luca, 30 anni, entrambi di Benevento, destinatari di una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari adottata dal gip Vincenzo Landolfi ed eseguita dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia.

Sono stati chiamati in causa per un episodio accaduto lo scorso 12 gennaio, quando- secondo la ricostruzione degli inquirenti - , arrivati presso l'abitazione della donna, si sarebbero fatti aprire la porta, minacciando di prendere il coltello o una pistola. Obiettivo: cercare il compagno, che era sopraggiunto dopo pochi minuti.

I due l'avrebbero aggredito lungo le scale di accesso all'appartamento, colpendolo con pugni al volto e calci, anche quando ormai era a terra, per costringerlo a consegnare loro la somma di 2mila euro che la vittima aveva prelevato dal proprio conto corrente. Una somma, frutto di una indennità, che uno dei due giovani riteneva di sua spettanza in virtù di un patto esistente tra loro. I due l'avrebbero poi condotto a bordo della sua auto per raggiungere la casa della madre, alla quale lui avrebbe dovuto chiedere in prestito la somma, ma non l'avevano trovata. 

Intervenuti nell'immediatezza, i carabinieri avevano effettuato i rilievi e raccolto la denuncia della vittima, che aveva indicato i due indagati – sono difesi dagli avvocati Antonio Leone e Gerardo Giorgione– che conosceva, e le dichiarazioni della malcapitata.