I bambini del Laboratorio teatrale "Piccoli grandi attori"

I piccoli attori portano in scena a Ponte “La vita di Santa Generosa”

i bambini del laboratorio teatrale piccoli grandi attori
Ponte.  

“La vita di Santa Generosa” è stata portata in scena con successo nei locali del salone parrocchiale della chiesa Santa Generosa di Ponte dai bambini del laboratorio teatrale “Piccoli grandi attori” dell'oratorio parrocchiale Anspi S. Generosa.

Della santa non si hanno molte notizie, ma grazie allo studio del professore Angelo Scarinzi, è stato possibile scrivere un copione e riadattarlo a misura di bambino.

“Sappiamo – dice don Alfonso Calvano, parroco della parrocchia Santa Generosa di Ponte - che santa Generosa è stata tra i dodici martiri capaci di non rinnegare la fede cristiana pur trovandosi in una situazione non troppo agevole, come quella delle persecuzioni cristiane. Nel 1964 le reliquie della santa sillitana sono arrivate a Ponte grazie al desiderio di alcuni fedeli di allargare l'allora cappella diventata troppo piccola. Il 20 febbraio 1966 la Chiesa venne consacrata col nome di Santa Generosa Vergine e Martire in ricordo della madre dei fondatori, Domenico (sindaco) e Renato Ocone, che portava questo nome e in onore della martire scillitana”.

La recita è stata realizzata interamente dagli animatori del laboratorio teatrale dell'oratorio che si sono occupati di tutto: dalla scenografia ai costumi ed alle musiche entusiasmando, motivando e coccolando i “piccoli grandi attori”. Questa rappresentazione teatrale si è conclusa con l'Inno dedicato alla Santa scritto dal professore Angelo Scarinzi e musicato dal Maestro Candida Cerulo.

Un grazie particolare va a: Juna Pica (diavolo e martire Seconda); Alessia Sauchella (narratore); Andrea D'aloia (soldato e Renato Ocone); Chiristian Miresse (soldato); Francesco Principe (soldato e Don Antonio); Rita Peca (martire Felice); Giorgia Tanucci (martire Gennara); Alessandra Miresse (S. Generosa), Ludovica Vicenzo (martire Donata), Claudia Severini (martire Vestia), Denise Venditti ( banditore e signora Immacolata); Mario Petraccaro (console e Domenico Ocone); Giulia Tanucci (signora Maria); Gianmarco Varrella (Claudiano); Stella Piccirillo, Francescopio Severini, Mario Fusco, Angelo Sauchella, Roberta Sauchella, Martina Angelone ( martiri) e ai loro genitori.