Francesca Amodio in scena con l'evento 'Conosci Violante?'

L'attrice porta nella cittadina termale il docufilm su Violante Bentivoglio

francesca amodio in scena con l evento conosci violante
Telese Terme.  

La serata evento "Conosci Violante?", approda a Telese Terme. Il progetto, che unisce Cultura e Imprenditoria, è promosso e organizzato dall'Associazione Culturale Officina delle Idee e sostenuto dal Comune di Cittadella in collaborazione con il Premio "Modi Nuovi per la Cultura". Arriverà nella cittadina termale martedì 28 maggio, come prima tappa del tour che attraverserà le varie città italiane, dopo il debutto dello scorso 25 gennaio a Cittadella. La formula culturale unisce il docufilm "Violante Bentivoglio Malatesta e il Palazzo Pretorio di Cittadella" del regista Rocco Cosentino al premio "Modi Nuovi per la Cultura", riconoscimento sostenuto dall'azienda Modi Nuovi di San Martino di Lupari (PD).  Il progetto "Conosci Violante?", che si avvale del Contributo della Regione del Veneto e della collaborazione del Comune di Cittadella, ha registrato l'accoglienza e il patrocinio del Comune di Telese Terme, la collaborazione della Pro Loco Telesia, nonché la collaborazione di Confindustria Benevento, coinvolta nella tappa sannita del premio.  
Il docufilm: "Le vesti di Violante Bentivoglio Malatesta sono indossate da Francesca Amodio, giovane attrice veneta che però vanta origini campane e, nello specifico, telesine: la madre è di Telese Terme, il padre di Pimonte, in provincia di Napoli. Francesca incarna, con la sua giovinezza, la sua bellezza delicata e la sua intensa recitazione, un nuovo importante ruolo che si aggiunge alla già nutrita galleria di personaggi interpretati. La passione per la recitazione, coltivata nello studio e maturata nelle varie esperienze realizzate, l'hanno vista nel 2014 interpretare Carmelina nel film Premio Oscar "La Grande Bellezza" di Paolo Sorrentino; poi nel ruolo di Lucia, nel film “Rosso Istria” di Maximiliano Hernando Bruno, dove recita al fianco di Gerardine Chaplin, senza trascurare la sensibilità che Francesca ha espresso partecipando ad alcuni cortometraggi di forte impatto sociale".