Studenti attori e ciceroni per raccontare il territorio

L'evento conclusivo del progetto 'Airola sulla Regina viarum'

studenti attori e ciceroni per raccontare il territorio
Airola.  

Venerdì 28 giugno alle 18, presso l’Aula Magna dell’Istituto comprensivo “L. Vanvitelli” di Airola si svolgerà la serata conclusiva del Progetto dal titolo: “Airola sulla Regina viarum”. "Il Progetto - viene evidenziato in una nota - organizzato in sinergia con la Pro Loco di Airola, era rivolto agli alunni delle classi prime, seconde e terze della Scuola Secondaria di primo grado ed ha avuto lo scopo di portare i ragazzi all’osservazione del proprio territorio, motivarli ad assumere comportamenti rispettosi del proprio ambiente al fine di interagire con esso ed essere consapevoli del patrimonio culturale locale. I moduli del progetto sono stati i seguenti: “Alla scoperta di Airola”; “Adottiamo il chiostro di Palazzo Montevergine”; “Leggere il passato, progettare il futuro”; “Airola Tour”; “Riscrivere Airola: parole e immagini”. Obiettivo del Progetto è stato quello di contribuire alla costruzione di una cittadinanza piena e consapevole del patrimonio culturale e del territorio locale, formando i futuri cittadini alla sua tutela e valorizzazione. Durante la serata conclusiva del Progetto saranno proiettati i video inerenti le attività didattiche svolte dagli Esperti e dai Tutor e sarà presentata dagli alunni del Progetto, nella veste di attori/Ciceroni la mostra itinerante dal titolo: “Alla scoperta di Airola”. Un anno ricco di progetti per la Vanvitelli di Airola guidata dal Dirigente Giovanni Marro, che avvalorano il concetto che la Scuola non può essere vista in funzione riduttiva, ovvero solo come polo di Cultura, ma deve essere sempre più pensata, per il suo carattere meno apparente ma non per questo meno importante, come momento di aggregazione e di inclusione, come agenzia che ha l’importante compito di creare dei legami con il contesto sociale circostante; solo così si parla di una Scuola Viva, al passo con i tempi, attenta a tutte le esigenze degli alunni in un momento così particolare della loro crescita".