Silvestri (FI): nuova differenziata fa acqua da tutte le parti

Critico il responsabile organizzativo di Forza Italia

silvestri fi nuova differenziata fa acqua da tutte le parti
Telese Terme.  

"Inizia oggi in modo ufficiale il nuovo servizio di raccolta differenziata a Telese. Un servizio che fa acqua da tutte le parti e che di certo non rispecchia le necessità dei cittadini telesini, che già hanno dimostrato di essere virtuosi raggiungendo alte percentuali".
Così Thomas Silvestri - responsabile organizzativo Forza Italia Telese e Vice coordinatore FI Giovani di Telese. "Ricordo a me stesso che queste modalità sarebbero dovute partire da gennaio eppure solo oggi 1 luglio le vediamo operative, nessuno sconto sulla tariffa che i cittadini si sono trovati a corrispondere alle casse comunali che in concreto equivale a quella di un servizio che non hanno ricevuto, o meglio che riceveranno a metà. Ma come se non bastasse le complicazioni nel merito non sono poche. Ci ritroviamo ancora una volta dinanzi ad un amministrazione sorda alle esigenze dei cittadini. I problemi sorgono a partire dai tre mastelli forniti, si penserebbe ad un risparmio di plastica con l'eliminazione dei sacchi ma invece se solo si pensasse a quanta plastica sia servita per munire tali pattumiere alle oltre 3.000 famiglie telesine sarebbe palese ed evidente un primo fallimento. 
Ma le sorprese non finiscono qui, perchè non si capisce come ad una famiglia media di quattro persone possano bastare per depositare i rifiuti quei mastelli, direi ironicamente, provenienti dalla terra dei lilliput. 
Per non pensare al fatto che il mastello grigio serva per la carta, per la plastica, per l'alluminio e metalli, per il vetro e dulcis in fundo per la frazione non differenziabile. Ciò significa che ogni famiglia deve fornirsi presso la sua abitazione di almeno altre cinque pattumiere, non potendo utilizzare i sacchi ci ritroveremo con i balconi della nostra cittadina somiglianti a delle oasi ecologiche.
Sarebbe bello poter dire qualche parola anche sulle rastrelliere se non fosse che non se ne sa nulla. Non si sa quando verranno installate, non si sa dove verranno installate, non si sa di chi sia la competenza o di chi debba assumersene i costi. 
Nel frattempo ad abbellire le nostre strade in piena estate ci ritroveremo battaglioni di mastelli a partire dal viale Minieri fino ad arrivare alle vie limitrofe, qualche turista potrebbe pensare di trovarsi dinanzi a qualche installazione artistica e scattarsi anche un selfie. 
Provo a sdrammatizzare ma  la dura realtà è che in questa valle di lacrime non si fa che piangere a dirotto. Carofano non ha il tocco di Re Mida, ma al contrario dove mette mano combina guai e dopo circa dieci anni di amministrazione è tempo che se ne renda conto e che accetti  che il passato ormai è anche lui".