Torrente Tesa, Damiano: "Il genio civile intervenga"

L’appello del sindaco di Montesarchio

torrente tesa damiano il genio civile intervenga
Montesarchio.  

"Una notte lunghissima quella appena trascorsa a Montesarchio, con il sindaco, i tecnici comunali, la polizia municipale e i volontari che si sono divisi tra il monitoraggio del territorio e la vicina San Martino, vista l'emergenza.
La situazione ora è tranquilla, le strade sono percorribili e i fiumi sono attentamente monitorati, attenzione al vento per alcuni alberi caduti". Cosi il sindaco di Montesarchio Franco Damiano che in merito precisa: "Siamo stati in prima linea per tutta la notte, meritano un plauso per l'impegno i tecnici comunali e i volontari della protezione civile che sono stati encomiabili. Siamo stati impegnati sia sul nostro territorio che nel prestare aiuto a San Marino, dove le criticità erano ben maggiori. Si dimostra in questo caso che per un amministrazione è preferibile spendere soldi che a volte non si vedono, per mettere in sicurezza il territorio, che per opere risibili.  Ora però è l'ora della responsabilità: il Genio Civile, competente su tutti i nostri corsi d'acqua,
 deve, finalmente, attivarsi per la manutenzione dei nostri torrenti. Ricordo che c'è un finanziamento da 500 mila euro esecutivo e  da mettere a gara per la manutenzione del torrente Tesa, le cui condizioni ieri hanno dato un saggio, per fortuna e per bravura nostra indolore o quasi, della propria pericolosità. Le immagini che abbiamo visto parlano chiaro: quei lavori non sono più procrastinabili".