Paduli Nuova:«La giunta non scarichi su Samte e Provincia»

L'opposizione:«La neoletta maggioranza non ha esitato ad aumentare il costo della Tari»

paduli nuova la giunta non scarichi su samte e provincia
Paduli.  

Riceviamo e pubblichiamo

Le cartelle esattoriali relative alla tassa sui rifiuti stanno per essere recapitate ai cittadini di Paduli e, la Giunta Comunale, scarica le sue responsabilità su Provincia e Samte. Ben inteso, la Giunta fa bene a preoccuparsi di eventuali aggravi sui costi del servizio di smaltimento dei rifiuti, ma non deve dimenticare, in primo luogo, di essere responsabile della gestione dell’intero servizio. L’obiettivo di una amministrazione attenta e oculata nella gestione dei servizi forniti, dovrebbe essere volto a contenere i costi di tale servizio e ad attivare politiche di risparmio sulla gestione dello stesso e sulla capacità di ridurre la produzione dei rifiuti in generale. L’attuale Giunta, invece, ascrive a Provincia e Samte un aumento dei costi annui di circa 30.000 €, dimenticando che la neoeletta maggioranza non ha esitato ad aumentare le tariffe per il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, senza analizzare voci di costo incongruenti con lo svolgimento della prestazione. Ad esempio, 80.000 € di spese sono riportate in bilancio alla voce acquisto sacchetti e pubblicità, laddove non c’è una vera campagna di sensibilizzazione alla raccolta differenziata, né una distribuzione gratuita dei sacchetti stessi e, ricordiamo, che nel 2015 non è stato divulgato neppure il calendario recante le modalità di organizzazione del servizio.

Paduli Nuova propone che le tariffe siano calcolate sulla base dell’effettivo costo di gestione. Dal rendiconto di spesa del 2014 risulta che questo costo è stato inferiore a quanto preventivato per la gestione del 2015 e la differenza è di circa 100.000 €, totalmente a carico dei cittadini di Paduli. Da quando è stata istituito il sistema di raccolta differenziata, le tasse sui rifiuti continuano a lievitare invece di diminuire, e nessuno si preoccupa di verificare i conti per capire come e dove intervenire, in un’ottica di riduzione dei costi. È evidente che risulta più comodo scaricare le responsabilità su enti ed istituzioni più remote.

Inoltre appare scellerata la proposta dell’amministrazione di potenziare i siti di stoccaggio e raccolta rifiuti della provincia di Benevento, ed ancora più scellerata appare la proposta di costruirne di nuovi. Proposte che, solo chi non ha sentito proprie le battaglie contro le discariche nei nostri territori, può avanzare!

Paduli Nuova invita la Giunta Comunale a lavorare seriamente alla riduzione dei costi del servizio, perché la nostra comunità non è in grado di sopportare ulteriori fardelli. 

redazione