A Confindustria siglato accordo tra Asia e sindacati

Per la temporanea rimodulazione degli accordi aziendali a contenuti normo economico

a confindustria siglato accordo tra asia e sindacati
Benevento.  

Presso la sede dell’Unione industriali di Benevento è stato sottoscritto verbale di accordo tra l’azienda Asia e le sigle sindacali presenti in azienda circa la temporanea rimodulazione degli accordi aziendali a contenuti normo/economico.

Dopo non pochi momenti di confronto anche tesi le parti hanno convenuto su una nuova metodologia organizzativa e gestionale delle risorse umane che prevede una maggiore componente di produttività ed efficienza dell’attuale pianta organica. Nello specifico: 

L’indennità di presenza e/o premio presenza ( correlato alla mera presenza al lavoro ) è temporaneamente sostituito dall’attivazione di un progetto di produttività o premio di risultato avente ad oggetto l’incremento della attuali percentuali di raccolta differenziata. Al raggiungimento dei prefissati obbiettivi ai lavoratori sarà corrisposta una premialità economica di cui la presenza è parte integrante e non esclusiva del progetto

E’ stato introdotto un nuovo modello organizzativo e gestionale della prestazione lavorativa degli addetti. Essi Lavoreranno cinque giorni settimanali invece che sei mediante turni giornalieri di oltre 7 ore e 24 minuti al netto della pause previste per legge. La maggiore prestazione lavorativa giornaliera consentirà l’accorpamento e la rimodulazione delle zone d’opera assegnabili ai singoli addetti, il più ampio utilizzo dei mezzi d’opera nel contempo incrementati in termini numerici a seguito della revisione del sistema operativo del reparto officina, l’efficientamento delle ore uomo lavorabili su base giornaliera nonchè la riduzione dei maturandi giorni di ferie su base annuale (passeranno da 26 a 22) che si rilevano quale componente negativa nel bilancio d’esercizio. Per effetto della maggiore prestazione lavorativa su base giornaliera e delle disposizioni normative in materia di pausa è stato anche rielaborato il vigente testo relativo agli accordi dei buono pasto di cui già erano beneficiari i lavoratori.

I lavoratori secondo le proprie esigenze e garantendo l’ordinario svolgimento dei servizi definiranno con i responsabili operativi e di sede un calendario di fruizione funzionale alla drastica riduzione dei pregressi valori di tali accantonamenti maturati nelle annualità pregresse che si qualificano come componente di reddito negativa sul conto economico dell’azienda