Dalla scuola al lavoro, una "mappa" per i giovani

Un percorso per accompagnare i ragazzi. L'assessore regionale Palmeri annuncia le prossime mosse

dalla scuola al lavoro una mappa per i giovani
Benevento.  

La nuova Garanzia Giovani con 221 milioni da investire nei prossimi anni, lo stato del bando delle 10mila assunzioni per la pubblica amministrazione in Campania, i progetti sui diversi settori per le aree interne. Sono tanti i temi affrontati questa mattina all'incontro “La transizione dei giovani dall'istruzione al mondo del lavoro”, che ha concluso il progetto “Le officine del lavoro”, promosso dall'Ordine dei Consulenti del lavoro di Benevento in partenariato con l'Università degli Studi del Sannio.
“Iniziare i ragazzi ad un percorso di conoscenza delle principali dinamiche del mercato del lavoro e alla conoscenza dei principali strumenti messi a disposizione dalla normativa nazionale e da quella regionale per favorire il loro ingresso nel mondo del lavoro è in buona sostanza il fine del nostro progetto” ha spiegato il presidente dei Consulenti del Lavoro di Benevento, Vincenzo Testa.
“Concludiamo oggi il primo anno di questo progetto con un appuntamento che possa mettere in contatto i ragazzi con importanti realtà imprenditoriali del territorio che oggi sono qui presenti. E – chiarisce - il nostro contributo come Ordine a superare quel disallineamento tra domanda e offerta che sempre più caratterizza il mercato italiano e del Mezzogiorno d'Italia”.

E sul Sannio analizza i dati: “Una situazione non proprio positiva con problemi strutturali ancora da superare e con ancora troppi ragazzi costretti ad andare all'estero, su questo occorre ragionare creando condizioni che possano avviare percorsi di imprenditorialità”.

Al convegno in programma presso il Rettorato dell'Università degli Studi del Sannio l'intervento introduttivo di Gaetano Natullo, docente di diritto del lavoro dell'ateneo sannita e quello di Antonella Malinconico, Commissione permanente di ateneo per l'orientamento.

Conclusioni affidate a Sonia Palmeri, Assessore al Lavoro della Regione Campania. “Il mercato del lavoro campano presenta criticità maggiori rispetto a quelle delle altre regioni ma stiamo affrontando il problema con misure ad hoc e con la riorganizzazione dei centri dell'impiego. Tra le importanti misure messe in campo – dichiara l'assessore Palmeri – Garanzia giovani, con la quale abbiamo realizzato31mila assunzioni. La Provincia di Benevento con selfiemployment ha visto nascere 10 aziende di ragazzi fino ai 29 anni. Lo stesso è accaduto anche per le persone che si sono trovate a perdere il proprio lavoro”.

Poi annuncia le nuove misure: “Con la nuova Garanzia Giovani utilizzeremo 221 milioni per i prossimi anni, partiranno i nuovi tirocini e la prima misura si chiama Assunzioni più formazione”.
L'autoimprenditorialità per l'assessore Palmeri potrebbe rappresentare anche un argine all'emorragia di giovani che cercano lavoro fuori dai confini regionali.

Sul bando per i 10mila posti in Campania aggiunge: “Siamo a buon punto, tra fine aprile e fine maggio si proseguirà nel far seguire ai giovani tutto l'iter per la candidatura e dell'espletamento delle prove. 10mila posti sono indispensabili considerando che nei prossimi 2 anni la pubblica amministrazione della Regione Campania avrà una vacanza di oltre 13mila posti senza contare quota cento. Abbiamo bisogno di un cambio generazionale, di inserire giovani capaci di rispondere ai cittadini attraverso una pubblica amministrazione che deve essere 4.0”.

E infine sul Reddito di cittadinanza conclude: “E' solo fumo negli occhi. Il grande assente di questo decretone è proprio lo sviluppo economico. Stanno cercando di affrontare in malo modo la povertà attraverso l'inserimento lavorativo, ma sono due cose diverse e non sempre coincidenti”.