Il BIM per innovare un settore tradizionale come quello edile

A Benevento il primo incontro di un ciclo formativo nazionale

il bim per innovare un settore tradizionale come quello edile
Benevento.  

Crescono le opere appaltate in BIM che da 83 nel 2017 diventano 268 nel 2018 e che passano da un valore di 30 milioni nel 2017 ad un valore di 161 milioni nel 2018. Partendo da questo presupposto Ance Benevento ha organizzato oggi il primo di un ciclo di incontri formativi sul BIM che vedrà coinvolto tutto il territorio nazionale.

“Con il Bim si può introdurre l’innovazione in un sistema tradizionale quale quello edile che potrà così diventare sempre più competitivo - spiega Mario Ferraro presidente di Ance Benevento -. Tramite docenti ed esperti di ANCE nazionale, il corso riuscirà a far comprendere alle aziende il proprio grado di digitalizzazione al fine di orientare le successive azioni formative, oltre a consentire di verificare quale sia l’impatto che l’implementazione del BIM (e della digitalizzazione) possa avere in una azienda edile, e come rispondere agli appalti pubblici in BIM. Il Building Information Modeling, a regime, potrebbe aiutare a concretizzare i progetti più velocemente, a contenere i costi e a minimizzare l'impatto ambientale. Attraverso la formazione guideremo per mano le imprese ed i tecnici verso la conoscenza più approfondita dello strumento.”

“Già tre anni fa parlavamo del Bim in Ance Benevento e con i giovani edili – ricorda Flavian Basile presidente Giovani edili - ma l’introduzione del nuovo modo di progettare e costruire in chiave digitale trova ancora difficoltà nell’applicazione pratica.

Solo insistendo e procedendo in questa direzione potremmo riuscire a raggiungere i risultati sperati con l’obiettivo di rendere il sistema edile sempre più competitivo. Le giornate formative come quella odierna ci consentono di velocizzare questo processo e di favorire l’applicazione del BIM all’interno dei processi aziendali.”

“Il corso, spiegano il professore Alberto Pavan e l’ing Claudio Mirarchi del Politecnico di Milano - si suddivide in vari moduli. Il primo introduce il BIM come strumento informativo e metodologico. Il secondo riguarda gli aspetti normativi che portano all’introduzione del BIM negli appalti pubblici e conseguentemente sul mercato privato. Il terzo, infine, propone veri e propri casi pratici che mettono in luce come l’applicazione del BIM abbia risvolti operativi per imprenditori ed imprese. Oggi affrontiamo in Ance Benevento la prima giornata di un ciclo di incontri formativi che prevede una fase introduttiva orientata all’inquadramento per le imprese, seguita da due giornate applicative in cui, attraverso simulazioni e casi pratici, sarà possibile sperimentare l’applicazione del BIM.”

“Il professor Francesco Ruperto ha introdotto il tema della trasposizione dei metodi e modelli elettronici di modellazione informativa al settore delle opere pubbliche in quanto già il decreto legislativo 50/2016 individuava nel BIM il processo in grado di ottimizzare le risorse, anche economiche, delle stazioni appaltanti.

Il corso sarà utile all’intera catena di fornitura delle costruzione che dalle esigenze del committente, passa per le imprese fino ad arrivare alla gestione e manutenzione dell’opera durante il suo intero cicli di vita. Il Corso dunque si rivolge sia alle imprese che alle stazioni appaltanti in quanto anche per queste ultime vi sono modifiche in termini di strumentazione, di organizzazione e di formazione. La copiosa presenza e partecipazione è di auspico per successivi approfondimenti di cui ANCE Benevento si farà promotore.”