Forestali, Fai Cisl: "Serve incontro per definire vertenza"

Il sindacato chiama i presidenti delle comunità montane

forestali fai cisl serve incontro per definire vertenza
Benevento.  

La Cisl Fai chiede un incontro a tutti i presidenti delle comunità montane sannite per discutere dell'ormai atavica vertenza dei forestali: "La Regione Campania, il 5 u.s., ha approvato con delibera di Giunta n. 533, l’ APQ (Accordo Quadro di Programma) “Infrastrutture forestali regionali” III ATTO INTEGRATIVO. Questo atto consente l’erogazione di fondi pari a 57 milioni e 574 mila euro, da destinare agli EE.DD. (Enti Delegati) province e Comunità Montane della Campania. La stessa, ha già predisposto tutti i relativi adempimenti “burocratici” per far accreditare agli Enti Delegati, i fondi necessari per consentire finalmente la corresponsione di stipendi arretrati. Infatti, i lavoratori idraulico-forestali, nonostante svolgono com’è noto un’attività utile,
necessaria alla manutenzione, salvaguardia del territorio a tutela dell’intera collettività, non solo non percepiscono regolarmente le loro giuste spettanze, ma a volte vengono anche additati in modo non giusto da “personaggi” che parlano senza conoscere il settore, dimenticando che i LAVORATORI IDRAULICO FORESTALI sono le sentinelle del territorio!  Agli Enti Delegati del Sannio, sono in arrivo le seguenti somme relative al “Piano forestazione 2018 – 1° e 2° stralcio; Piano Forestazione 2019.- 1° acconto:
Provincia euro 1.038.336,17 Comunità Montana: Alto Tammaro-Titerno euro 2.985.722,78  Fortore euro 2.563.701,52
Taburno euro 1.203.071,66
La Fai Cisl, in attesa di riscontro del definitivo percorso sopra evidenziato, ha di nuovo sollecitato in data odierna tutti i presidenti degli Enti Sanniti, ad un incontro per esaminare  l’intera problematica della “forestazione”, programmando iniziative e percorsi condivisi atti a poter definire per quanto di competenza la definitiva ed annosa situazione in cui versa l’intero comparto".