"Polemiche di Montella pretestuose e 'doppiopesiste'"

Ciccopiedi (Fi): "Dimentica che vecchio coordinamento nominato con stesso metodo"

polemiche di montella pretestuose e doppiopesiste
Benevento.  

“Il sindaco Montella, che entra ed esce da Forza Italia a suo piacimento, lamenta di non essere stato consultato prima che venisse riscritto l’organigramma di Forza Italia in provincia di Benevento. Lamentele che appaiono tardive”.

Così Leonardo Ciccopiedi, responsabile organizzativo di Forza Italia per la provincia di Benevento risponde all'osservazione fatta dal sindaco di Paolisi ed ormai ex esponente di Forza Italia in merito alla decisione sulle nomine di commissari e nuovi responsabili per il Sannio.

“Non ricordo infatti – rimarca Ciccopiedi - alcuna dichiarazione di protesta quando, esattamente con lo stesso metodo, veniva nominato commissario Fernando Errico, all’indomani di una competizione elettorale che aveva visto, l’oggi Senatrice Lonardo, con l’on. Mino Izzo, conquistare la percentuale migliore in Italia (23%). Mentre, proprio lo stesso Errico era stato il candidato di punta dell’NCD contro Forza Italia, prendendo la metà dei voti. All’epoca, anziché premiare il risultato della Lonardo, il partito fece scelte diverse, su imposizione della De Girolamo, compagna di viaggio di Montella. Oggi, invece, le scelte del coordinatore regionale De Siano – spiega ancora Ciccopiedi - appaiono sagge e rispettose degli equilibri ridisegnati dalle elezioni dello scorso 4 Marzo. Ad ogni buon conto non è nostra intenzione lasciarci andare a logiche epurative, tutt’altro. Venga, pertanto, Montella ad esprimere tutte le sue perplessità, non appena convocheremo la “Camera dei sindaci”. È infatti quello l’organo consultivo previsto dallo statuto per interpellare i sindaci della provincia. Se invece la logica che guida Montella è esclusivamente personale ed 'inciucista', l’attacco alle nuove nomine è pretestuoso e doppiopesista, finalizzato – rimarca il responsabile organizzativo di Fi - solo ad ottenere visibilità e contrattare una carica in altri partiti, come sussurrano le cronache recenti, ne prendiamo atto. Non sarà il primo amministratore locale a preferire se stesso alla propria comunità, certo è invece che sono tanti i sindaci ed i consiglieri, che stiamo incontrando in questi giorni, ad esprimere apprezzamento per l’aria nuova che hanno portato in Forza Italia le nuove nomine”.