Maggio: "All'Olimpico partita vera, ora testa alla Sampdoria"

Il capitano del Benevento: "Non lasciamo nulla al caso, stiamo lavorando per la salvezza"

maggio all olimpico partita vera ora testa alla sampdoria
Benevento.  

Rientro in campo atteso per capitan Maggio che è subentrato nel corso del secondo tempo all'Olimpico. Commento più che positivo da parte del capitano della Strega: 

"E' stata una partita vera contro una delle candidate alla vittoria dello scudetto. Abbiamo cercato di metterli in difficoltà sulle cose provate in settimana, riuscendoci in alcune circostanze. Torniamo a casa con delle buone indicazioni e che dobbiamo mettere in pratica nel corso del campionato. Sappiamo benissimo che la serie A è totalmente diversa dalla serie B, ci sono giocatori che in qualsiasi momento possono fare gol e non dobbiamo permetterci di mollare, soprattutto dal punto di vista della cattiveria e della qualità. Teniamo i piedi per terra perché ci darà la forza in più per affrontarla al meglio". 

LAZIO - "Non siamo partiti bene, ma dopo aver avuto qualche occasione abbiamo cominciato a giocare da Benevento. Questo è frutto di quanto fatto nel ritiro. Non dobbiamo lasciare niente al caso e lavorare giorno dopo giorno per migliorarci. Sono arrivati dei calciatori importanti per raggiungere la salvezza. Da sabato scenderemo in campo per ottenere il maggior numero di punti possibili". 

CONDIZIONE - "Sto lavorando bene e tanto. Ho la fortunata di avere uno staff molto preparato che mi sta mettendo in forma nel miglior modo possibile. Cerco sempre di farmi trovare pronto. Tutti in questo momento sono importanti. Sabato sarò pronto, poi chiaramente toccherà al mister decidere chi dovrà giocare". 

BARBA - "Ha subito un piccolo fastidio alla gamba, ma per precauzione è rimasto a Benevento per curarsi. Spero che da lunedì sia a disposizione". 

CANTIERE - "Fino a quando il mercato sarà aperto tutte le squadre saranno in costruzione. Sono curioso. Penso che anche le squadre più blasonate faranno fatica, quindi servirà il gruppo e dare sempre il massimo".