Genoa - Benevento, stessi gol ma diverso modo di segnare

La Strega sfrutta molto di più le palle inattive. I liguri si affidano alla qualità delle punte

genoa benevento stessi gol ma diverso modo di segnare
Benevento.  

Un dato che balza subito all'occhio tra le statistiche di Genoa e Benevento è quello realitivo ai gol realizzati. Entrambe ne hanno messi a segno trentatré e, dando una spulciata alle rose, appare singolare per la forza offensiva di cui dispone Ballardini. I rossoblu, infatti, in avanti vantano la presenza di calciatori come Destro, Shomurodov, Pjaca, Scamacca e Pandev. Elementi che tra le fila giallorosse sarebbero titolari inamovibili. Negli ultimi tempi i liguri hanno trovato spesso la via della rete, come dimostrato dalle sei marcature realizzate nelle ultime cinque partite. Nonostante il numero di gol sia lo stesso, cambia in maniera netta il modo di segnare delle due formazioni. 

Il Benevento è la compagine con il maggior numero di segnature da calcio piazzato, ben quindici con l'aggiunta di tre rigori su trentatré totali. Per il Genoa il dato è totalmente diverso, basti considerare che, al contrario, da questa situazione ne ha messi a segno soltanto tre con due massime punizioni. Un altro dato curioso è relativo alle ripartenze: nonostante i giallorossi si professano come una squadra pronta a chiudere bene gli spazi e di fare male con le ripartenze, non sono mai riusciti a capitalizzarli. Il restante delle reti, infatti, è giunto da azioni manovrate. 

Per quanto riguarda i singoli, il Benevento ha mandato a segno più uomini (14) rispetto al Genoa (11), il cui reparto avanzato si è dimostrato molto prolifico con la realizzazione di ventisei gol su trentatré. Tra i giallorossi, invece, il reparto offensivo ne ha messi a segno soltanto diciotto.

Questi i numeri dei due attacchi. 

Genoa.

Destro 11 gol
Scamacca 5 gol
Pandev 4 gol 
Pjaca 3 gol 
Shomurodov 3 gol 

Benevento. 

Caprari 5 gol 
Lapadula 4 gol 
Sau 4 gol 
Insigne 2 gol 
Gaich 2 gol 
Iago Falque 1 gol