Benevento pronto per il primo scontro diretto

Viaggio in treno fino a Reggio Emilia, poi in pullman per Parma

benevento pronto per il primo scontro diretto
Benevento.  

Colpiti da improvviso benessere. L'infermeria giallorossa si è svuotata all'improvviso e Caserta ha portato a Parma con sé il bomber Lapadula e il colombiano Tello. Ora è solo una questione di condizione, ma sul lettino del medico c'è rimasto solamente il giovane Pastina, che ne avrà per 15 giorni. Ovvio che il tecnico non pensi affatto di mandare subito in campo il “bambino delle Ande”, ovvero il protagonista consacrato della Copa America, ma se ci dovesse essere l'esigenza, un pensierino arriva a farlo: “Gianluca si è allenato bene questa settimana insieme alla squadra. Non partirà dall'inizio, ma se ce ne fosse bisogno...”. Spiega il tecnico, che ha ancora dei dubbi anche su Acampora e Moncini.

Partenza in treno, il rosso “Italo” a fare da traghettatore tra la vecchia stazione di Benevento e quella avveniristica di Reggio Emilia, progettata dall'architetto spagnolo Santiago Calatrava. Ultimo tratto, i 37 chilometri che seperano i due centri emiliani, nel comodo e griffato pullman societario.

Stamattina “risveglio muscolare” nella palestra dell'Hotel Nh di Parma. Per tutti tranne che per Andrès Tello che se n'è andato su un campetto vicino per una seduta di allenamento regolare.

Tutto è pronto per il primo scontro diretto della stagione. Che per alcuni arriva troppo presto, ma che alla fine servirà tanto per avere un quadro meglio delineato del prossimo futuro.