IVPC Rugby Benevento, le trasferte restano tabù

Sanniti ko anche contro villa Pamphili per 34 a 19 dopo un avvio disastroso

ivpc rugby benevento le trasferte restano tabu
Benevento.  

Continua il tabù trasferta per l’IVPC Rugby Benevento. I sanniti sono stati sconfitti per 34 a 19 a Roma dal Villa Pamphili. Match complicato e si sapeva. I laziali stanno disputando un ottimo campionato e le assenze in casa biancoceleste non hanno permesso a Salierno di schierare il miglior XV. L’emergenza ormai dura da inizio stagione anche se a Roma è finalmente rientrato Mario Casillo dopo oltre un mese di stop.

Non è stata l’unica novità nella formazione di partenza visto che per la prima volta ha giocato Cremonesi come mediano d’apertura, con Cioffi dirottato nel ruolo di estremo, ed è stato dato spazio a Cannonieri come mediano di mischia vista anche l’assenza di Mario Caporaso. Emergenza anche in prima linea dopo il forfait di Tretola sostituito da Petrillo.

L’avvio di gara è stato disastroso per gli ospiti che non sono riusciti a difendere bene concedendo troppo a Villa Pamphili che si è trovata avanti sul 17 a 0. Meccanismi non perfetti oltre al solito approccio alla gara decisamente sottotono. Divario quasi incolmabile. Ma gli uomini di Salierno hanno ritrovato gli stimoli giusti e hanno dato battaglia.

Le mete di Notarielo, Passariello e Palumbo hanno riportato in partita i biancocelesti fino al 22 a 19. In quel momento sembrava possibile anche il sorpasso ma i romani hanno sfruttato l’occasione giusta per andare ancora in meta e spezzare sul nascere le velleità di aggancio di Passariello e compagni. La squadra è crollata sia psicologicamente che mentalmente dopo aver sfiorato una rimonta pazzesca. Purtroppo l’inesperienza e le assenze possono portare a prestazioni con alti e bassi.

In settimana sarà importante recuperare gli acciaccati per presentarsi al meglio alla sfida casalinga contro il Messina, ultimo avversario di un 2019 da dimenticare per la squadra del presidente Rosario Palumbo.