IVPC Rugby Benevento, vittoria nel fango contro Messina

Successo netto della squadra di Salierno sul Messina

ivpc rugby benevento vittoria nel fango contro messina
Benevento.  

Su un campo al limite della praticabilità e con venti minuti di ritardo, al Pacevecchia è iniziata la sfida tra IVPC Rugby Benevento e Messina. Padroni di casa subito aggressivi. Con la mischia guadagna metri e dopo una buon break di Luciani arriva la meta di Zollo per il 5 a 0. Cioffi non trasforma ma le condizioni del campo, la pioggia e il vento penalizzano i calciatori. La squadra di Salierno non soffre e prova due volte, prima con Caporaso e poi con Casillo a provare la controfuga, ma il terreno fangoso limita questo tipo di giocate.

Il Benevento sfonda al 30’, ancora sulla destra, con Cioffi che cambia passo e trova la meta del 10 a 0. Passano appena tre minuti Cioffi è bravo a “stoppare” nel vero senso calcistico della parola l’ovale, ripartire e servire Casillo con un calcettino. Il numero undici calcia a sua volta e va a schiacciare l’ovale in meta per il 15 a 0.

Nella ripresa il canovaccio non cambia. Il comando delle operazione è sempre dell’IVPC Rugby Benevento che prova a gestire anche le forze fisiche. La squadra di Salierno è nettamente superiore in mischia e Messina annaspa continuamente. Sanniti con l’uomo in meno per il giallo a Caporaso al 15’, Messina prova una reazione ma è ancora la squadra di casa ad andare a segno con Vallone che sfrutta un calcetto di Cioffi che si blocca nel fango per il 20 a 0.

Lo show biancoceleste continua con Luciani che mette a segno la quinta meta per il 25 a 0 con una dedica speciale per Enrico Pescatore che venerdì si è gravemente infortunato. Cioffi trasforma e nel frattempo rientra Caporaso e le due squadre tornano in parità numerica. Arriva anche la sesta meta con l’esordiente Alloro che dopo un intercetto va direttamente al centro dai pali con Cioffi che trasforma:34-0. Il match termina con una vittoria che vale cinque punti in classifica, il miglior regalo prima della pausa natalizia.